- PreSerre e Dintorni - http://www.preserreedintorni.it -

RIFLESSIONE DELLA DOMENICA: DALLA PAROLA ALLA VITA

XlV domenica del tempo ordinario: Gesù invia in missione settantadue discepoli

 A cura di don Roberto CORAPI (Arciprete ad Amaroni)

 AMARONI (CZ)   – 3 LUGLIO 2022 –     Carissimi In questa domenica dalla calura estiva, Gesù pone alla nostra attenzione la missione di altri discepoli, inviati da lui.

 Ma perché settantadue e non magari settantatré?

 Perché il numero settantadue indica probabilmente tutte le nazioni.

 Se andate in genesi 10,1-32 , si menzionano settantadue nazioni diverse.

 Così questo invio prefigura la missione della chiesa di annunciare il Vangelo cioè la notizia di gioia ( che sia davvero di gioia per ogni Cristiano) a tutte le creature.

 Gesù ci chiede di pregare perché mandi operai nella sua messe.

 Questa richiesta di Gesù è sempre valida, sempre dobbiamo pregare il padrone della messe, cioè Dio

 Padre, perché mandi operai a lavorare in questa bella è sacrificata, vigna del Signore.

 Ciascuno di noi lo deve fare con cuore aperto, con atteggiamento missionario.

 Non operai che nello stesso tempo siano burocrati, ma operai che sanno stare in mezzo alla gente, missionari.

 Quindi non mi rimane che dirvi: pregate e andate.

 Una preghiera che sia itinerante, che richiede distacco e povertà, che porta pace e guarigione, segni della vicinanza del Regno di Dio.

 Buona domenica, missionari miei e Cristo Regni sempre in noi.