Stampa Stampa
62

RIFLESSIONE DELLA DOMENICA: DALLA PAROLA ALLA VITA


“L’esempio della vecchietta”, la vedova che getta nel tempio di Gerusalemme tutto quanto aveva da vivere

a cura di don Roberto CORAPI (Arciprete ad Amaroni)

AMARONI (CZ) –  7 NOVEMBRE 2021 – Carissimi, in questa trentaduesima Domenica del tempo ordinario il Signore Gesù ci parla attraverso una vecchietta, una vedova, che getta nel tesoro del Tempio due monetine, cioè un soldo tutto quanto aveva per vivere.

La scena è ambientata nel Tempio di Gerusalemme precisamente dove la gente gettava le monete come offerta.  

Ci sono molti ricchi che gettano tante monete invece questa povera vecchietta per di più vedova mette tutto, cioè due spiccioli, quello che aveva per vivere dice il testo.

Gesù si trova lì, nel Tempio che osserva attentamente. Mentre i ricchi hanno dato con grande ostentazione, ciò che per loro era superfluo la vecchietta con discrezione e umiltà ha dato “Tutto quanto aveva per vivere” per questo dice Gesù: “Lei ha dato più di tutti” cioè ha dato tutto.

A motivo della sua povertà avrebbe potuto offrire una sola moneta per il Tempio e tenere l’altra per se. Ma lei non vuole fare a metà con Dio; si priva di tutto. Lei ha compreso che avendo Dio ha tutto.

Carissimi non possiamo fare a metà con Dio. Bisogna dare tutto a Lui autore della nostra vita. La vecchietta del Vangelo sia per noi un esempio di totale dono gratuito a Dio. A Lui si da tutto, tutta la nostra vita.

E noi siamo di Dio a metà? Metà di Dio e metà del mondo?

Certo che questo non è vero Cristianesimo, questo è Fariseismo allo stato puro.

Concludo dicendo: quanto tempo diamo a Dio? Quello che rimane?

Non possiamo dare a Dio le briciole del nostro tempo o quello che rimane.

Che esempio grande oggi per noi la vecchietta, povera e vedova.

E noi? 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.