Stampa Stampa
25

REGIONALI, SQUILLACE HA I COLORI DELLA LEGA


Squillace, scorcio

Con 299 voti di lista il partito di Salvini è primo. L’analisi dell’assessore comunale Franco Caccia

 di Salvatore TAVERNITI (Gazzetta del Sud)

SQUILLACE (CZ) –  8 FEBBRAIO 2020 –  Lavorare in sinergia con i consiglieri regionali eletti per creare nuove opportunità. 

È quanto auspica l’assessore comunale di Squillace al turismo e alla programmazione Franco Caccia. «E’ auspicabile – sostiene l’assessore – che quanti sono, direttamente o indirettamente, impegnati in politica contribuiscano nei singoli territori alla crescita del senso e dell’impegno civico.

Abbiamo il compito di agire per lo sviluppo di abilità e competenze necessarie per la formazione di una nuova classe dirigente  chiamata a gestire esigenze, vecchie e nuove, con minori risorse e maggiori vincoli. 

L’auspicio è che con tutti i consiglieri regionali, specie quelli eletti nel collegio Calabria centro, superata la naturale dialettica tipica della campagna elettorale, si possa lavorare in sinergia per creare nuove opportunità per i calabresi». 

Analizzando il risultato del voto a Squillace, Caccia prende atto che la Lega, con 299 voti di lista, è risultato  il primo partito in città. 

«Segno evidente – sottolinea l’assessore – di una forte aspettativa da parte  dei cittadini squillacesi ma, nel caso specifico, di un’elevata credibilità ed affidabilità dei candidati messi in lista. I dati relativi alle preferenze segnalano a Squillace una netta affermazione dei candidati Filippo Mancuso e Pietro Raso,  entrambi risultati eletti alla carica di consiglieri regionali». 

Secondo Caccia, saranno interlocutori importanti a supporto dell’azione che l’amministrazione comunale di Squillace porterà avanti nei prossimi anni nella direzione dello sviluppo, dell’occupazione  e dell’ammodernamento dei servizi per i cittadini.

 «I dati squillacesi – aggiunge – confermano anche il crollo del Movimento 5 stelle. Una tendenza, oramai consolidata a livello nazionale, che non ha trovato argine neanche nella vicinanza del responsabile della campagna elettorale dei grillini, il parlamentare Paolo Parentela, che risiede proprio a Squillace,  né di ben due candidate del luogo».

 «Questi repentini cambiamenti nelle scelte degli elettori – conclude Caccia – testimoniano in maniera chiara l’esigenza dei cittadini  di una rappresentanza politica capace di produrre risultati concreti.

In assenza di risposte visibili, alla prima occasione molti elettori sono pronti a penalizzare coloro che non hanno lavorato bene».

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.