Stampa Stampa
18

REDDITO PRO CAPITE DI 20.737 EURO: SOVERATO È IL COMUNE CALABRESE PIÙ RICCO


È quanto è emerso dalla ricerca condotta dall’Istituto di ricerca Intwig dei dati diffusi dal Mef

Fonte: RRM (Calabria.Live)

SOVERATO (CZ) – 31 MAGGIO 2021 –  Soverato è il Comune più ricco della Calabria,  con un reddito annuo  pro capite di 20.737 euro.

È quanto è emerso dalla ricerca condotta dall’Istituto di ricerca Intwig dei dati diffusi dal Ministero dell’Economia e delle Finanze (Mef).

L’analisi, infatti, riguarda i redditi del 2019 e mostra una prima tendenza: il reddito imponibile pro capite prima della pandemia (al netto delle eventuali detrazioni) è risultato di 20.079 euro, sostanzialmente stabile rispetto al dato del 2018, che era di 20.049 euro.

A seguire, sempre in Calabria, c’è Rende, la città dove ha sede l’Unical, con un reddito pro capite di 19.813 euro, mentre il Capoluogo di Regione, Catanzaro, è alla terza posizione con un reddito pro capite di 19.494. La sorpresa negativa? Tropea, la “capitale” indiscussa del turismo calabrese, veleggia nelle ultime posizioni con un reddito pro capite di appena 14.471 euro.

Restando alla Calabria, la top ten vede, dopo SoveratoRende e Catanzaro, al quarto posto Cosenza (reddito pro capite 19.423), al quinto Castrolibero (19.248), al sesto Villa San Giovanni (19.076), al settimo Reggio Calabria (18.648), all’ottavo Montauro (18.563), al nono Vibo Valentia (18.479), al decimo Crotone (16.373).

Ad una prima lettura di questo dato, emerge che la ricchezza in Calabria si concentra essenzialmente in due assi, il primo è l’area metropolitana Cosenza-Rende-Castrolibero, il secondo è il distretto turistico balneare Soverato-Montauro.

 In ogni caso, la Calabria è ben lontana dal primato di Lajatico, il paese natale del tenore Andrea Bocelli, che vanta un reddito pro capite di 46.216.

Il triangolo Milano-Bergamo-Monza si conferma il più ricco d’Italia, mentre Roma esce dalla top 10. “Dai dati sui redditi degli italiani del 2019 – osserva Aldo Cristadoro, ad di Inwig – colpiscono in particolare due aspetti: la crisi delle grandi città, che vedono una contrazione del reddito medio (di oltre 100 euro) e la differenza di genere a livello salariale, con un reddito medio pro capite degli uomini di 23.711 euro e di 16.101 per le donne”. (rrm) 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.