Stampa Stampa
17

RACCOLTA DIFFERENZIATA, AMARONI ACCELERA


Palazzo Canale, sede del municipo

Il consuntivo Ato di Catanzaro premia le scelte dell’amministrazione comunale. Con la differenziata al 59, 31% nel 2020 abbassato il costo del conferimento in discarica. Abbattuto pure il volume degli indifferenziati

 di Franco POLITO

 AMARONI –  18 MARZO 2021 –  Rifiuti, la “Cittadina del Miele” conferma la sua vocazione ambientale  e imprime ulteriore cambio di passo nella gestione dei rifiuti.

 «Con la percentuale di raccolta differenziata del 59,31% abbiamo abbassato sensibilmente il costo per tonnellata conferita in discarica da 185,00 ad  130,00 euro» sottolinea l’amministrazione comunale del sindaco Gino Ruggiero.

Il dato è venuto fuori dal consuntivo 2020 delle spese per il conferimento rifiuti approvato nei giorni scorsi dall’assemblea dei Sindaci dell’ATO (Ambito Territoriale Ottimale) di Catanzaro.

Numeri importanti  quelli del Comune di Amaroni per i quali gli amministratori esprimono soddisfazione «poiché abbiamo raggiunto gli obiettivi che ci eravamo prefissati».

Tra i primi quello economico. «Nel 2020   fanno sapere da Palazzo Canale –  abbiamo pagato 63.640,00 euro, quest’anno, nel redigendo bilancio di previsione, inseriremo una spesa presunta di euro 42.115,00, con un risparmio totale per il 2021 di ben 21.465,00 euro.

 Il tutto significherà risparmio per i cittadini sulla bolletta della Tari».

 Poi ci sono i benefici squisitamente ambientali derivanti dalla diminuzione del conferimento di rifiuti indifferenziati, soltanto 223 tonnellate e il contestuale aumento della raccolta di frazione organica, ben 104 tonnellate.

 «È scontato che l’obiettivo è migliorarsi, con la collaborazione della comunità siamo sicuri che faremo ancora meglio, perché differenziare conviene a tutti ».

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.