Stampa Stampa
44

PITARO CONTRO MANCUSO – MONTAURO (CZ) – Per il sindaco di Torre c’è anche la solidarietà del primo cittadino di Montauro Leo Procopio


Montauro, scorcio

Montauro, scorcio

di Franco Polito

MONTAURO (CZ) 9 MAGGIO 2014 –In seguito allo “scontro verbale” tra il sindaco di Torre di Ruggiero Pino Pitaro e il direttore generale dell’Asp di Catanzaro Gerardo Mancuso, continuano ad arrivare messaggi di solidarietà per il primo cittadino Torrese.

<<Esprimo – dice il sindaco montaurese Leo Procopio – piena e totale solidarietà istituzionale,nella mia veste di sindaco del comune di Montauro, all’amico e collega avvocato Pino Pitaro, sindaco del comune di Torre di Ruggiero, per l’ingiustificato e spropositato attacco ricevuto ad opera del direttore generaledell’Asp di Catanzaro dr Mancuso>>.

<<Il sindaco di Torre – continua Procopio – persona impegnata quotidianamente all’ascolto delle classi piu deboli del Comune più povero d’Italia, stanco ed esasperato dell’inefficiente risposta data dall’azienda sanitaria locale ai problemi di salute dei suoi concittadini, ha, come molte altre volte in passato da professionisti della sanità, sindaci e cittadini comuni, lanciato un ennesimo grido d’allarme per fermare il declino della qualità dell’assistenza sanitaria nell’area delle Preserre. E’ proibito ad un sindaco denunciare ciò che non va? No, non è proibito; anzi è un dovere farlo. Perchè allora il direttore generale ha replicato cosi virulentemente? Forse perchè il sindaco Pitaro ne hachiesto le dimissioni?>>.

<<Capiamo – conclude Procopio – che in Italia nessuno ha voglia di abbandonare la poltrona e tantomeno il dottor Mancuso.Legittima determinazione;ma altrettanto legittima determinazione è chiederne le dimissioni. Allora, perchè alterarsi dottor Mancuso? Resti calmo. Già ha molte difficoltà a gestire l’azienda in condizioni normali,figuriamoci cosa verrebbe fuori se il suo umore fosse pessimo per molto tempo. E se la ricostruzione dei fatti può aiutarla, le dirò che il 13 ottobre 2013 il direttore sanitario aziendale dottor Catalano aveva preso precisi impegni circa l’invio della bozza dell’atto aziendale ad un comitato ristretto di sindaci nominato all’unanimità in quella sede. Perchè allora Lei, disconoscendo quanto accade all’interno della sua azienda, vorrebbe stravolgere fatti e giurisprudenza?>>  

 

 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.