Stampa Stampa
30

PULIZIA FONDALI MAR IONIO, RECUPERATI OLTRE 5 QUINTALI DI RIFIUTI


Illustrati alla Bcc di Montepaone i risultati progetto realizzato nel corso dell’anno dal Cesram di Guardavalle 

Articolo e foto di Gianni ROMANO 

MONTEPAONE (CZ) –  23 DICEMBRE 2019 –  Illustrati nel corso di un riuscito convegno presso la sala congressi della BCC di Montepaone i particolari del progetto della pulizia dei fondali. 

Oltre 5 quintali di rifiuti recuperati e smaltiti correttamente. 46 ettari di fondali ripuliti nel Sic di Stalettì. Elaborati nuovi e importanti dati finora sconosciuti sulla vita dei cetacei che abitano il Mar Ionio. Cittadini coinvolti con la Citizen Science.   

Questi, insieme ad altri, gli straordinari risultati che ha ottenuto il CE.S.R.A.M.  durante un faticoso anno di attività di pulizia, conservazione, ripristino e tutela degli habitat del Mar Ionio. 

Il progetto, inserito nell’ambito del Programma Operativo 2014-2020 della Regione Calabria per la Rete Natura 2000, si è concluso a Montepaone (CZ) con la presentazione di tutti i risultati oggetto di futura pubblicazione internazionale.  

La pulizia dei fondali è stata eseguita dai sommozzatori del Cesram insieme ai sommozzatori della fondazione AISA Satriano (CZ) e i rifiuti sono stati smaltiti a carico dell’amministrazione comunale di Stalettì (CZ). 

Lo studio sui cetacei è già stato presentato durante la conferenza World Marine Mammals tenutosi a Barcelona (Spagna) il 9-12 dicembre 2019 (la maggiore conferenza mondiale sui cetacei, 2500 partecipanti provenienti da tutto il mondo), poiché è stato il primo studio di campo del Tursiope del tratto del Mar Ionio (da Brancaleone e Botricello), con  il coinvolgimento dei cittadini attraverso la Citizen Science. 

In passato sono stati effettuati dei monitoraggi, ma solo aerei, che non davano dettagli precisi sulla distribuzione di questa specie, che nel tratto di Mar ionio è particolarmente importante.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.