Stampa Stampa
51

PRO LOCO SOVERATO E GALATRO, PROVE TECNICHE DI GEMELLAGGIO


Idea scaturita durante visita a Pietà di Antonella Gagini a Soverato Superiore

Articolo e foto di Gianni ROMANO

SOVERATO (CZ) – 7 APRILE 2018 – Soverato e Galatro, due cittadine calabresi, una del basso jonio  catanzarese, l’altra della Piana reggina di Gioia Tauro, potrebbero  presto gemellarsi. Hanno, infatti, in comune, le opere  dell’architetto e scultore del Rinascimento italiano Antonello  Gagini (1478-1536).

Nella chiesa di Maria Santissima Addolorata  di Soverato Superiore è custodita la statua marmorea della  Madonna col Cristo morente (la Pietà), mentre Galatro conserva  lo splendido Trittico, sempre in marmo, di San Giovanni Battista, Santa Maria della Valle e San Giovanni l’ Evangelista. L’idea è  scaturita dalla visita a Soverato di una folta delegazione della Pro  Loco guidata da Pino Circosta e accompagnata dal sindaco  Carmelo Panetta, ospite dei colleghi dell’associazione cittadina  presieduta dal giornalista Pietro Melia.

A convincere i due presidenti della bontà e della fattibilità del gemellaggio culturale  nel segno di Antonello Gagini è stato il parroco di Soverato  Superiore don Giorgio pascolo, felice di poter fare da cicerone  nella sua parrocchia “illuminata” proprio dalla presenza della  Pietà.

Congedandosi da Soverato dopo un interessante tour in  tutti gli angoli della città, il sindaco galatrese Panetta, parlando  con il Presidente Melia e con i suoi colleghi del direttivo (Pasquale Posillipo, Gianna Flematti, Francesco Infantino, Nando Marruccelli e Aldo Pullano), ha invitato la Pro Loco a ricambiare presto la  visita perché anche la sua città ha tante cose interessanti da  mostrare ai turisti. Particolarmente soddisfatto il Presidente della  pro Loco di Galatro Pino Circosta: “Torniamo a casa più arricchiti.

Questi viaggi servono a farci conoscere le bellezze anche nascoste della nostra regione e qui a Soverato ci siamo trovati benissimo. Oltre alla Pietà del Gagini, brillantemente descritta da don  Giorgio, abbiamo apprezzato molto anche la storia delle Ferrovie  della Calabria raccontataci dal Presidente dell’associazione ​ omonima Roberto Galati e saremo tra i primi a visitare il relativo  Museo quando sarà inaugurato nei vostri locali di Piazza  Stazione”. 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.