Stampa Stampa
457

PRIMO PIANO – AMARONI (CZ) – Venanzio Ciampa, un “amaronese a stelle e strisce”


2014-08-11 23.05.54

Il consiglio comunale gli ha conferito la cittadinanza onoraria per il suo impegno imprenditoriale e per avere tenuto alto il nome di Amaroni nel mondo

di Franco Polito

AMARONI (CZ) – 13 AGOSTO 2014 – E’ tutta una questione di “stelle”. Come quelle brillanti del cielo limpido di una notte amaronese di mezza estate. Come quelle della bandiera americana. Come Luca Filastro, in concerto a fine serata, definito da Lino Patruno uno dei pianisti di maggiore talento del iazz italiano. Come Azzurra Di Lorenzo, astro nascente della moda italiana. Tante “stelle” amaronesi e non tutte assieme per un’ altra “stella”. Quella di Venanzio Ciampa, insignito cittadino onorario di Amaroni lunedì scorso in un consiglio comunale all’anfiiteatro Nicolas Green che ha saputo molto di serata di gala e per niente di confronto politico.

<<Stasera – ha detto aprendo il sindaco Arturo Bova – vogliamo onorare uno dei tanti amaronesi che si stanno distinguendo nel mondo e negli Stati Uniti d’America. Le motivazioni del perchè lo facciamo lo capirete assistendo alla serata. Dico solo che sarebbe facile scadere nel sentimentalismo ma preferisco “solo” ricordare chi è Venanzio Ciampa>>.

Venanzio Ciampa è “un’amaronese – americano” di New York che si è fatto da solo. Recentemente finito nella rubrica del “Il Sole 24 Ore” che si occupa di “Italia a stelle e strisce”, è nato a Long Branch, New Jersey, il 10 Agosto 1962 ed è presidente della “Promotion Factory”, agenzia di comunicazione e marketing per i beni di lusso.

Prima ancora è stato pugile e giornalista Rai negli States realizzando, tra l’altro, alcuni cortometraggi su Michelangelo Antonioni e Federico Fellini. Consulente Usa per Cinecittà, ha fatto pure il responsabile della comunicazione per il gruppo Swatch con il compito di rilanciare il marchio Omega. Da qui all’attività autonoma il passo è stato breve. Nel 2004 ha fondato “The Promotion Factory”. Ubicata nel cuore di Manhattan, a pochi metri dalla Quinta Strada, l’agenzia, che occupa 12 persone, ha tra i propri clienti alcuni brand globali come Gucci e Girard Perregaux.

Ma Venanzio Ciampa è sopratutto un amaronese. Amaroni ce l’ha dentro. Grazie a papà Virgilio, cardiochirurgo di fama mondiale, che prima di portarlo “in loco” all’età di 10 anni, gli ha fatto conoscere gli amaronesi d’America.

Grazie anche al fratello Tomas, presidente della Warner’s Bros Italia, che dopo tanti anni lo ha praticamente riportato “alle origini”, e alla sorella Jo Champa, diva di Hollywood, che sempre lo stuzzica sulla straordinaria bellezza del posto.

<<Un posto incantevole – ha detto lui – meraviglioso, magico e straordinario che non ho mai dimenticato ed al quale voglio dare il mio contributo per un futuro sempre più roseo e di sviluppo>>.

Cresciuto tra Roma, la Svizzera e gli Stati Uniti, Venanzio Ciampa è un amaronese sempre. In tutti i sensi. Lo hanno testimoniato i due video che hanno trascinato in mille emozioni il pubblico dell’anfiteatro. In uno i saluti e le parole di sconfinato affetto dei suoi tanti amici. Da Steve Nash a Giuseppe Rossi, da Frida Giannini a Michele Sofisti. Da Ignazio Cipriani e famiglia a Susan e David Rockefeller. Nell’altro tutta la sua vita. Soprattutto lo spaccato e l’anima amaronesi.

<<Venanzio Ciampa – ha ricordato la consigliera Marta Monteleone – non è solo business. E’ anche iniziative umanitarie e di solidarietà. Basti pensare alla sua dedizione per chi soffre tramutatasi nella collaborazione con la “Steve Nesh Fundation” e l’ organizzazione di “Street Soccer”, partia di calcio con le stelle Nba per favorire il recupero dei ragazzi di strada>>.

Uomo d’affari e di marketing sì. Ma anche <uomo che ha dentro il valore dell’amicizia – ha sottolineato il capogruppo di minoranza Raffaele Marra – e una profonda sensibilità>>.

La corazza se l’è formata cadendo tante volte. <<La forza per rialzarmi – ha detto Venanzio – me l’ha data mamma Vichi. E’ il vero segreto della vita. Un po’ come il pugilato, attività ferocemente poetica, che mi ha insegnato a fare a pugni con la realtà>>.

Una vita in cui prima di trovare la strada giusta ha fatto di tutto. Anche il vetraio. <<Un pessimo vetraio>> ha evidenziato Venanzio. Parole che sono andate dritte ai giovani presenti. Ha promesso che aiuterà qualcuno. <<Cercatela sempre e assecondate la vostra ispirazione – ha detto – Fatelo per il vostro futuro. Come fare a realizzare i vostri sogni? Questo non lo so. So solo che bisogna seguire la propria strada con sacrificio e studio. Io, ad esempio, continuo “ad educarmi” per stare al passo col mondo che cammina>>.

Venanzio Ciampa, un italiano a stelle a strisce. Anzi, un “amaronese a stelle e strisce”. In ogni caso sempre di “stelle” si tratta.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.