Stampa Stampa
10

PRESERRE (VV) – VIBO CELEBRA LE VITTIME DI MAFIA


In corso preparativi per manifestazione del prossimo 21 marzo

di REDAZIONE

VIBO VALENTIA – 15 MARZO 2018 –  Il 21 marzo, Vibo Valentia si colorerà dei colori della primavera, simbolo di vita e di rinascita, quella vita che le mafie ripudiano e vorrebbero sgretolare.

Il cammino verso il 21 Marzo ci ha visti impegnati su vari fronti, abbiamo coinvolto le scuole del vibonese a questo momento storico per il nostro territorio, con più di trenta momenti di confronto e di crescita all’interno dei vari istituti di ogni ordine e grado.

Il nostro obbiettivo è quello di coinvolgere l’intera provincia a quella che vogliamo sia una Rinascita collettiva che possa segnare una presa di posizione forte, simbolo di una reale voglia di cambiamento.

E dunque in avvicinamento di questo 21 marzo insieme, vi invitiamo all’ultima proiezione di questa stagione del cineforum “Pellicole Scomode. Storie e film contro le mafie” organizzato da Libera in collaborazione con il Sistema Bibliotecario Vibonese e il circolo del cinema Lanterna Magica.

Il film che proietteremo domenica 18 Marzo ore 17,30 presso i locali di Palazzo Santa Chiara, è “In guerra per amore” diretto da Pif. Il film è una commedia che nasconde una visione indignata della realtà passata e presente, con particolare attenzione allo strapotere mafioso in Sicilia.

L’idea di partenza è quella di raccontare lo sbarco degli Alleati nel sud dell’Italia come punto di svolta per le sorti non solo della Seconda Guerra Mondiale ma anche per la diffusione tentacolare di Cosa Nostra. Dopo la visione della pellicola ci sarà un momento di confronto con Peppino Lavorato, già sindaco antimafia di Rosarno.

Saremo invece a Pizzo, Venerdì 16 Marzo ore 18,30 nei locali del Museo della Tonnara con l’iniziativa “Verso il 21 Marzo tra Memoria e Impegno”, dove interverranno il sindaco di Pizzo Gianluca Callipo, il referente provinciale di Libera Vibo Valentia Giuseppe Borrello, il testimone di giustizia Tiberio Bentivoglio e Matteo Luzza referente regionale del settore Memoria di Libera.  

L’iniziativa organizzata in collaborazione con i Volontari del Servizio Civile di Pizzo e l’Associazione Futura, vuole essere un momento in cui si intrecceranno i temi dell’impegno e dell’Imprenditoria libera grazie alla testimonianza dell’imprenditore reggino che ha denunciato i suoi estorsori rivendicando e difendendo il diritto ad un lavoro libero dai condizionamenti mafiosi, con il tema della memoria delle vittime innocenti delle mafie che ci viene donata attraverso la testimonianza dei loro familiari.

Memoria che viene definita rigenerativa, perché quel grande dolore si trasforma in forza di impegno, divenendo nuova vita e arma potente contro l’avanzare della criminalità.

Iniziative che rappresentano anche delle occasioni in più per esprimere il nostro plauso e la nostra vicinanza alle Forze dell’Ordine per lo straordinario lavoro che stanno svolgendo nel nostro territorio. 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.