Stampa Stampa
21

PRESERRE (CZ) – VIBO VALENTIA DIVENTA SEMPRE PIU’ “SMART”


Comune partecipa a “Pon governance e capacita’ istituzionale”

di REDAZIONE 

VIBO VALENTIA  – 16 GIUGNO 2017 – «Al via la partecipazione del Comune di Vibo Valentia al primo avviso pubblico del programma “PON Governance”, promosso dell’Agenzia per la Coesione Territoriale, che si propone di finanziare il trasferimento, l’evoluzione sviluppo e la diffusione di buone pratiche fra amministrazioni pubbliche attraverso Open community PA 2020».

Ad annunciarlo è stata Silvia Riga, Assessore con deleghe all’innovazione tecnologica, politiche comunitarie, politiche di coesione e politiche giovanili, che, tramite una nota stampa, vuole informare la cittadinanza sull’importante risultato ottenuto che «potrebbe rendere Vibo Valentia una città più smart, efficace e trasparente, una città più vicina ai suoi cittadini e alle imprese».

«L’obiettivo generale del programma “PON Governance e Capacità Istituzionale 2014-2020 ”, finanziato da risorse comunitarie provenienti dal FSE e dal FESR ed in parte da risorse pubbliche nazionali -spiega l’assessore Silvia Riga- è quello di rafforzare la capacità istituzionale e amministrativa dell’ente, verificato il rispetto di norme basilari su sicurezza, trasparenza e partecipazione civica, favorendo il trasferimento di buone prassi, esperienze, metodologie, sistemi organizzativi e gestionali innovativi, realizzati da un Ente per la risoluzione di determinate criticità».

«Il Comune di Vibo Valentia -afferma l’assessore- è fortemente interessato ad ogni strumento che possa garantire alti livelli di crescita, trasparenza e controllo degli atti amministrativi che riguardano l’ente comunale ed i cittadini attraverso la messa a punto di sistemi informatici di e-government, di semplificazione e digitalizzazione di processi e servizi verso cittadini e imprese, pertanto riteniamo basilare reperire finanziamenti che possano agevolare questo processo».

Proprio con tali finalità, con delibere di giunta n.175, 176, 177, 178, l’amministrazione comunale di Vibo Valentia ha aderito in qualità di Ente riusante (Ente che intende adottare la buona pratica detenuta dall’Ente Cedente) nei partenariati con altre PA a quattro proposte progettuali coordinate da AnciLab: “DoteComune Network”, che prevede l’organizzazione di programmi di inserimento socio-lavorativo tramite l’utilizzo di procedure standardizzate, semplificate, trasparenti ed efficaci, coinvolgendo, presso le sedi comunali, persone disoccupate, inoccupate e studenti, in percorsi di cittadinanza attiva e formazione permanente.

E, ancora, “Gas PlaNet-Gare gas in ATeM”, che si basa su modelli per una gestione ottimale della procedura di affidamento del servizio di distribuzione del gas naturale che garantisca ai Comuni interventi di estensione e ammodernamento della rete oltre che entrate economiche derivanti dalla concessione; “DIgiPRO – Digitalizzazione dei processi per la qualità, l’efficacia e la legalità dell’azione amministrativa”, progetto ICT per l’integrazione delle politiche di legalità e trasparenza con le strategie di digitalizzazione dei procedimenti della pubblica amministrazione per consentire lo sviluppo di percorsi integrati di tutte le azioni amministrative; ed infine, la quarta proposta “EDiGIT – Edificio Digitale: Gestione Intersettoriale del Territorio”, un modello ICT di anagrafe territoriale intersettoriale di supporto alla gestione comunale per i beni privati e pubblici in urbanistica, edilizia, tributi, demografica e inclusione, sicurezza, rischio, APE, patrimonio; l’interscambio dati tra pubbliche amministrazioni; la semplificazione rapporti con cittadini e professionisti; la produzione Open Data e pubblicazione di informazioni.

«La politica di Coesione rappresenta una delle 13 politiche settoriali dell’Unione Europea. Pertanto, è tra le priorità di questo assessorato, ed in linea con il programma dell’amministrazione, attuare un sistema di azioni che mettano in pratica una governarne multilivello, tecnologica ed innovativa, concorrendo alla realizzazione della Strategia 2020 ».

E aggiunge: «La necessità di dare sostegno all’individuazione, allo sviluppo e alla diffusione delle buone pratiche facendo leva su reti di collaborazione tra Enti, anche alla luce della nuova Programmazione comunitaria 2014-2020, rappresenta oggi un’importante opportunità di miglioramento e sviluppo per la nostra Città, per i cittadini e per le imprese. Ci auguriamo, pertanto, che un’efficace azione sinergica tra le parti raggiunga con concretezza e nel più breve tempo possibile gli obiettivi sperati, nell’ottica del bene comune e del progresso del nostro territorio».

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.