Stampa Stampa
89

PRESERRE (CZ) – TRASVERSALE, PER IL T-DAY È GIORNO DI VIGILIA


Domani l’apertura dello svincolo di Gagliato. Le operazioni tecniche coordinate dall’Anas inizieranno già in mattinata, nel pomeriggio la festa dei cittadini

di REDAZIONE

 PRESERRE (CZ) – 29 GIUGNO 2016 –  La vigilia del “T-Day” è arrivata.

 E’ prevista, infatti, per domani (30 giugno) l’apertura ufficiale al traffico dello svincolo di Gagliato della Trasversale delle Serre. Le operazioni tecniche, coordinate dall’Anas, inizieranno già in mattinata: predisposizione della segnaletica, rimozione dei blocchi. Entro il primo pomeriggio, se tutto procederà regolarmente, gli automezzi potranno iniziare a circolare. Il primo flusso inaugurale di veicoli sarà guidato da due vetture dell’Anas, nei due sensi di marcia.

 Poi, il via libera definitivo. Il tutto senza cerimonie retoriche e inutili tagli di nastri, così come auspicato dalla popolazione del comprensorio che attende da anni il completamento di questa perenne incompiuta. Con spirito di collaborazione e per non interferire con il lavori in corso, il Comitato “Trasversale delle Serre – 50 anni di sviluppo negato” ha fissato per le 17.30 di domani un raduno pacifico di cittadini proprio davanti allo svincolo di Gagliato, nella convinzione che, per quell’ora, tutte le operazioni si saranno concluse e l’accesso alla superstrada sarà, finalmente, fruibile.

 La manifestazione, per non arrecare disagi, si svilupperà con un semplice torpedone festoso di macchine che, da Gagliato, procederà verso Argusto, attraversando quei due chilometri di Jonio-Tirreno di fresca inaugurazione. Poi si farà ritorno al punto di partenza, con tappa conclusiva nella piazzetta Domenico Vitale. Qui i cittadini si ritroveranno a festeggiare “l’evento storico”: il giorno della Trasversale.

 Una data attesa da anni, soprattutto e per ovvie ragioni dalla popolazione di Gagliato, ma che non conclude l’amara vicenda di questa infrastruttura, lanciata, come idea progettuale, nel lontano 1962. Resta ancora tanto da fare per completare i circa cinquanta chilometri di tracciato, già costati tantissimi soldi in questo mezzo secolo di annunci, ritardi e promesse. La prossima tappa è fissata per il mese di luglio, quando si potrà circolare anche sul viadotto Sant’Antonio, a Chiaravalle Centrale. A quel punto, da Serra San Bruno a Gagliato, e viceversa, si potrà procedere senza più ostacoli e gimcane nei centri abitati.

 A breve dovrebbero tagliare il traguardo anche i cantieri di Monte Cucco. Più complessa è la partita relativa ai lotti ancora da appaltare: Gagliato-Satriano e Vazzano-Vallelonga, per i quali l’auspicio è che non debbano passare altri 50 anni di inutile attesa. Infine, l’Anas ha annunciato che, nel 2017, riprenderanno i lavori anche sulla bretella Gagliato-Campo Petrizzi, che oggi versa in uno stato di vergognoso abbandono. Si spera che, anche in questo caso, agli impegni seguano i fatti. 

 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.