Stampa Stampa
29

PRESERRE (CZ) – TRASVERSALE, FRANCESCO PUNGITORE RICONFERMATO PRESIDENTE DEL COMITATO CITTADINI


“Preoccupa il silenzio calato sull’opera. Serve un incontro urgente con Anas”

 di REDAZIONE

 PRESERRE (CZ) – 18 GENNAIO 2017 – “Un incontro urgente con i vertici regionali Anas per fare il punto sulle tante problematiche ancora irrisolte della Trasversale delle Serre”.

 Lo hanno chiesto Francesco Pungitore, Silvia Vono e Bruno Cirillo (in foto), rispettivamente presidente (riconfermato), vicepresidente e socio fondatore del Comitato “Trasversale delle Serre – 50 anni di sviluppo negato” nel corso di un breve incontro con la stampa locale cui è seguito un forum televisivo che andrà in onda giovedì prossimo sul canale 73 del digitale terrestre (TeleJonio).

 L’occasione è servita anche per un aggiornamento sulle attività del sodalizio spontaneo di cittadini, operativo dall’aprile scorso con grande seguito popolare. In questi ultimi mesi, dopo avere registrato importanti risultati sul tratto catanzarese della superstrada, con l’apertura degli svincoli di Gagliato-Argusto e Chiaravalle-Torre di Ruggiero, “a fari spenti” il Comitato ha concentrato tutti i propri sforzi nel sostenere la vertenza degli ex operai della Trasversale che, da un decennio, attendono ancora ingenti spettanze arretrate.

 Su questo fronte si è particolarmente spesa in qualità di avvocato Silvia Vono, prendendo in mano una situazione molto delicata e che per tanti soggetti sembrava oramai compromessa, per vari ordini di motivi. Nell’arco delle prossime due-tre settimane si attendono novità di rilievo in merito al contenzioso in corso. Parallelamente, non è mai mancata l’attività di monitoraggio dei cantieri e dei tratti di superstrada già aperti.

 Adesso c’è la chiara intenzione di riportare al centro dell’attenzione mediatica, politica e istituzionale la vicenda di questa perenne incompiuta. “Il triste vizio degli annunci purtroppo ha colpito ancora” hanno detto Pungitore, Vono e Cirillo, con riferimento al lotto di Trasversale di Monte Cucco che doveva essere aperto entro dicembre del 2016 e di cui, allo stato, non si sa nulla.

 Questo sarà uno dei tanti temi da discutere con Anas, “con spirito costruttivo e propositivo”, insieme ai sindaci del territorio, ai consiglieri regionali e ai parlamentari interessati, con un pensiero finale rivolto al Governatore Oliverio. “Partecipi anche lui – è l’invito del Comitato – e confermi gli impegni presi nei mesi scorsi”.

 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.