Stampa Stampa
34

PRESERRE (CZ) – PSR, DIECI COMUNI FANNO “RETE”


Hanno condiviso e approvato proposta del “Gruppo di azione locale (Gal) Serre Calabresi”

di Salvatore TAVERNITI (Gazzetta del Sud)

PRESERRE (CZ) – 13 DICEMBRE 2016 – Amaroni, Argusto, Cenadi, Centrache, Gagliato, Olivadi, Petrizzi, San Vito sullo Ionio, Squillace e Vallefiorita: dieci comuni uniti in partenariato con lo scopo di attrarre le risorse previste dal Piano di sviluppo rurale (Psr) 2014-2020.

 I dieci enti dell’area delle Preserre catanzaresi hanno condiviso e approvato la proposta del “Gruppo di azione locale (Gal) Serre Calabresi”, il quale ha promosso una riunione del partenariato istituzionale a cui hanno preso parte sindaci e amministratori dei comuni dell’area per esaminare l’avviso pubblico volto all’attuazione dell’intervento relativo alla stesura ed all’aggiornamento dei piani di sviluppo dei comuni nelle zone rurali.

Capofila del partenariato dell’area delle Preserre è stato indicato il Comune di Vallefiorita.

«Stiamo lavorando – ha affermato Salvatore Megna, sindaco di Vallefiorita – in direzione del miglioramento dell’accessibilità, fruizione, tutela e competitività del territorio rurale, convinti di poter svolgere un ruolo significativo nell’ambito della programmazione regionale per la crescita integrata delle aree rurali, rafforzando i processi di programmazione a livello comunale e intercomunale al fine di favorire lo sviluppo delle risorse e delle specificità locali. Il mio comune, tra l’altro, ha già partecipato alla predisposizione del Piano di azione locale “Spes” dell’area “Gal Serre Calabresi”, approvato nell’ambito del Psr Calabria.

Ora che lo stesso “Gal” ha avviato la fase di concertazione e di programmazione per la formazione del partenariato per la definizione di uno o più piani di sviluppo che coinvolgano le amministrazioni comunali interessate ad una progettazione d’ambito basata su un’unica strategia territoriale, ci siamo fatti trovare pronti e uniti, con gli altri nove comuni, condividendo la proposta e riconoscendo al “Gal” la sua consolidata esperienza nella programmazione dello sviluppo locale e il ruolo di supporto alle amministrazioni comunali».

L’obiettivo del bando regionale è quello di incentivare gli investimenti finalizzati allo sviluppo dell’offerta di servizi in grado di ridurre la condizione di isolamento delle popolazioni residenti nelle zone rurali più svantaggiate e migliorare la qualità della vita delle stesse. La misura relativa ai “Servizi di base e rinnovamento dei villaggi nelle zone rurali”, in particolare, si propone di intervenire nelle zone rurali, mediante il sostegno all’ampliamento e all’ammodernamento dei servizi di base a livello locale.

Lo stesso intervento, inoltre, contribuisce alla diversificazione, creazione e sviluppo di piccole imprese e conseguentemente a favorire l’occupazione.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.