Stampa Stampa
54

PRESERRE (CZ) – POLITICHE, IN CALABRIA M5S SUPERA 40%, CDESTRA AL 33 (AGGIORNATO)


Coalizione centrosinistra sotto il 20, Leu vicina al 3%

di REDAZIONE

PRESERRE (CZ) – 5 MARZO 2018 – Il Movimento 5 Stelle primeggia in tutta Italia e anche in Calabria.

Il risultato che sta fuoriuscendo dalle urne (il dato è ancora parziale) premia il Movimento di Beppe Grillo anche nella regione, con cifre che superano il 40%.

Si consolida in Calabria l’avanzata del Movimento 5 Stelle che supera il 40% tanto alla Camera quanto al Senato e che all’uninominale Camera Calabria 1, in 368 collegi su 1152 sfiora il 50%. I 5 stelle al Senato proporzionale quando sono stati scrutinati 1213 sezioni su 2416, sono attestati oltre il 42%, seguiti dal centrodestra al 33,3. Il centrosinistra è intorno al 17%. Alla Camera proporzionale con 605 sezioni su 2416 M5s supera di poco il 40% mentre il centrodestra è al 33,7 con la Lega che supera FdI. La coalizione di centrosinistra ottiene il 18,3. Leu vicina al 3%. I cinquestelle sono avanti nella quasi totalità dei collegi uninominali della Camera Calabria 1 con prevalenza del centrodestra nei collegi Calabria 2 del vibonese e del reggino. Per il Senato in tre collegi su quattro sono avanti i cinquestelle. Unica eccezione Reggio dove prevale il centrodestra.

Alla Camera, i grillini si affermano in quasi tutti i collegi. A Reggio Calabria, infatti, la candidata penta stellata, Federica Dieni, è davanti con il 36,7% dei voti. Secondo Franco Talarico (centrodestra), con il 35,4%. Nico D’Ascola, candidato del centrosinistra, è fermo al 19%. Domenica Vinci, di Liberi e Uguali, racimola appena il 3,3%.

Il collegio di Catanzaro vede in testa il candidato del Movimento 5 Stelle Giuseppe D’Ippolito, con il 44,3% dei voti. Dietro il consigliere regionale Domenico Tallini (centrodestra), che supera il 30%. Antonio Viscomi, candidato del centrosinistra, è terzo con il 17,4%. Aldo Rosa, candidato di Liberi e uguali, raggiunge il 2,5%. I grillini vincono anche a Cosenza, Crotone, Corigliano Calabro e Castrovillari. A Cosenza guida il M5S con Anna Laura Orrico, con il 48,2%.

Il secondo è il candidato del centrodestra Paolo Naccarato, con il 27,3%. Terzo Giacomo Mancini, per il centrodestra, che si attesta al 16,9%. Franco Corbelli, di Liberi e Uguali, è al 2,3%. A Crotone bene la grillina Elisabetta Barbuto, con il 49,1%. Al secondo posto, il candidato del centrodestra Giancarlo Cerrelli, con il 28,3%, Nicodemo Oliverio, del Pd, è terzo con il 14,1%, mentre Franco Parise, di Liberi e guali, è al 3,4%.

I 5 Stelle davanti anche a Corigliano ddove Francesco Sapia andrebbe anche oltre il 50% delle preferenze. Secondo Ferdinando Aiello (centrosinistra), con il 23,8%. Ernesto Rapani, candidato del centrodestra, supera di poco il 19%. Per Liberi e uguali c’è, al quarto posto, Mario Bonacci, sotto il 2% Ancora, anche nel collegio di Castrovillari in testa c’è un candidato del Movimento 5 Stelle, Massimo Misiti, con il 40,5%. Segue il centrodestra di Andrea Gentile (figlio di Tonino), con il 36,6%. Luigi Incarnato, del centrosinistra (appena colpito da avviso di garanzia per l’affaire Sorical), è terzo con il 16,4%.

Al quarto posto c’è la candidata di Liberi e Uguali, Mirella Ruggiero, con l’1% circa. Infine, Gioia Tauro e Vibo Valentia in controtendenza, con il centrodestra che ottiene buoni risultati: a Gioia Tauro è in testa il centrodestra sembra saldamente primo con Francesco Cannizzaro, che si aggira attorno al 42%. Più staccati il Movimento 5 Stelle di Giuseppe Antonio Germanò, con il 33%. Debacle per il Pd di Elisabetta Tripodi ferma sul 17% circa.

Ancor più in basso Domenico Mantegna, di Liberi e Uguali, che è al 2,6%. A Vibo Valentia il centrodestra di Wanda Ferro è davanti grazie al 36,2% dei voti. Un risultato importante, dato che l’avversaria era assai agguerrita, la grillina Dalila Nesci, per ora ferma al 29,9%. Terzo il candidato del Partito Democratico, Bruno Censore, con il 26%. Sotto il 3% Silvio Primerano, candidato di Liberi e Uguali.

La musica non cambia al Senato.

Il Movimento 5 Stelle sarebbe oltre il 40% (42, per l’esattezza), con il centrodestra fermo al 33% e il centrosinistra che raccoglie un misero 17% circa. Anche in questo caso, comunque, i dati sono parziali e lo scrutinio in corso.

I dati, tuttavia, sembrano non mentire. Nel collegio di Catanzaro-Vibo Valentia testa a testa tra la candidata del Movimento 5 Stelle, Silvia Vono, e il candidato del centrodestra Piero Aiello: un migliaio di voti dividerebbe i due al momento. Terza, al 18,28%, la candidata del centrosinistra Aquila Villella. Mariantonietta De Fazio, di Liberi e uguali, si attesta al 2,33%.

Centrodestra avanti invece nel collegio maggioritario di Reggio Calabria-Gioia Tauro dove è in testa Marco Siclari, con il 38,7% delle preferenze. Staccato di 3 punti (35,5%) il candidato espulso del M5S, Bruno Azzerboni (“tagliato” per una passata appartenenza alla massoneria). Ottavio Amaro, schierato con il centrosinistra, si ferma al 17,4%.

Il candidato di Liberi e uguali, Pietro Sergi, si attesta invece al 3,1% dei voti. Nel collegio di Crotone-Corigliano Corigliano Calabro va oltre il 50% (51,3) la candidata del Movimento 5 Stelle Margherita Corrado.

Più che doppiata Emanuela Altilia (centrodestra), al momento ferma al 25,4%. Al 16,2% dei voti il candidato del centrosinistra Tonino Scalzo. Lucia Durante di Liberi e uguali supera di poco il 3%. Da ultimo, i grillini vanno bene anche nel collegio Cosenza-Castrovillari. Il candidato Nicola Morra si attesta al 49,2%. Fulvia Caligiuri, sostenuta dalla coalizione di centrodestra, è ferma al 27,9%.

Sonia Ferrari, schierata con il centrosinistra, raggiunge il 16,3%. Pasquale Martino, di Liberi e guali, sotto il 3%.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.