- PreSerre e Dintorni - http://www.preserreedintorni.it -

PRESERRE (CZ) – OLIVADI DICE SI’ ALL’ASMEL

Giunta aderisce  all’Associazione per la Sussidiarietà e la Modernizzazione degli Enti Locali

 di REDAZIONE

 OLIVADI (CZ) –  7 MARZO 2018 –  La giunta comunale, presieduta dal sindaco Nicola Malta, ha deciso di aderire all’Asmel (Associazione per la Sussidiarietà e la Modernizzazione degli Enti Locali).

 La Giunta, inoltre, ha autorizzato il primo cittadino a definire i rapporti con l’Associazione attraverso la stipula degli appositi disciplinari.

 L’Asmel è stata costituita a Gallarate il 26 maggio 2010. Il 23 gennaio 2013 ha promosso la costituzione della Centrale di Committenza Asmel Consortile scarl che opera a favore dei soci “in coerenza con le linee programmatiche e d’intervenento adottate dall’Associazione per la Sussidiarietà e la Modernizzazione degli Enti Locali”.

 L’Associazione non ha scopo di lucro persegue l’obiettivo di stimolare e sostenere l’innovazione e la valorizzazione del sistema delle istituzioni locali secondo i principi di sussidiarietà, autonomia e decentramento.

 «A tal fine – rende noto la Giunta –  Asmel  intende assicurare ai soci il supporto organizzativo, gestionale e tecnologico nonché adeguate economie di scala necessarie a rendere efficiente e realizzabile l’erogazione dei servizi da parte degli enti soci ai cittadini ed alle imprese».  

 In particolare l’Associazione realizza forme di integrazione mirate a favorire una gestione di compiti e funzioni in scala strategicamente ed economicamente più congruente realizzando processi di aggregazione o di strutturata cooperazione rivolti alla costituzione di ambiti di rappresentanza degli interessi locali sempre più vasti.

 Per questa via Asmel costituisce una struttura associativa in grado di avviare e supportare il processo decisionale in ambiti di intervento di rilevante interesse per la popolazione locale, facendosi carico, altresì, della gestione delle iniziative intraprese e mettendo a disposizione di una vasta aggregazione di comuni le risorse indispensabili».

 Senza dimenticare – conclude la Giunta – che le iniziative della Unione Europea a sostegno dello sviluppo degli Enti locali spaziano tra i più svariati settori tra i quali: industria, agricoltura, turismo, ambiente, infrastrutture, orientamento e formazione per giovani e disoccupati, addestramento per i lavoratori delle Pmi e per i funzionari comunali.

 Esse richiedono sempre più la partecipazione dei Comuni visti come soggetti propulsori dello sviluppo economico e sociale; o la complessità tecnica della redazione dei formulari per la predisposizione dei progetti richiesti per l’accesso ai relativi finanziamenti non sempre trova gli Uffici Comunali sufficientemente attrezzati».