Stampa Stampa
61

PRESERRE (CZ) – Metano, il Consorzio ha dato l’ok all’ampliamento della rete


Preserre Catanzaresi, scorcio

Preserre Catanzaresi, scorcio

L’organismo consortile ha stanziato 750 mila euro per estendere il servizio alle zone che fino ad ora ne erano prive. Coinvolti quasi tutti i paesi delle Preserre catanzaresi e quelli del vibonese ricadenti nel bacino d’utenza

 di f.l.

PRESERRE (CZ) – 10 AGOSTO 2014 – Pronti, a breve si parte. Definiti i dettagli per l’inizio dei lavori di ampliamento della rete gas che sarà estesa anche alle zone delle Preserre catanzaresi attualmente prive di allaccio.

 In pratica, con il potenziamento della cabina di smistamento, l’estensione delle rete riguarderà quasi tutti i paesi del circondario oltre a quelli del vibonese ricadenti nel bacino di utenza del Consorzio di Metanizzazione delle Preserre. Da Cardinale a Torre di Ruggiero. Da Palermiti a Petrizzi. Da Olivadi ad Argusto passando per San Vito sullo Ionio fino a Chiaravalle Centrale.

Dal Consorzio di Metanizzazione sono arrivati  750 mila euro e l’accordo firmato dal presidente della struttura consortile Santo Sestito e il responsabile del dipartimento sud – ovest del gruppo “F2i Reti Italia” Raffaele Verdicchio per l’estensione della rete alla aree non ancora metanizzate e la realizzazione di nuovi impianti.

 Ridono gli amministratori locali. Sorridono le comunità e i cittadini. A Chiaravalle Centrale saranno potenziate le aree rurali di “Mastora”, “Foresta” e “Pirovoglia”. Ma c’è di più visto che è anche previsto l’allacciamento ad alcuni istituti scolastici di proprietà comunale.

 Estensioni pure a Cardinale. Qui gli allacci interesseranno le località “Prato”, “Ciullo” della frazione di “Novalba”, “Sant’Andrea”, “Colombo”, “Vicario”,  “Ancinale”, “Chiusella” e “Montello”.

 A Gagliato, invece, si tratterà di realizzare un nuovo impianto visto che è uno dei pochi paesi comprensoriali privi di rete. L’amministrazione comunale e il Consorzio di Metanizzazione hanno portato a termine tutte le procedure tecniche e burocratiche.

Come sottolinea Santo Sestito «il Consorzio ha manifestato la sua disponibilità ad ampliare gli allacci per fare arrivare il gas anche a quelle zone che ne sono prive assieme all’abbattimento dei costi di attivazione captando le risorse regionali in grado di assicurare la copertura finanziaria alla massiccia progettazione che il Consorzio ha messo in atto».

Da settembre chi lo vorrà potrà presentare le domande per ottenere l’allaccio della rete alla propria abitazione.

 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.