Stampa Stampa
60

PRESERRE (CZ) – MENINGITE, CODACONS: «IN CALABRIA COSTO VACCINO PIU’ CARO”


“Decine e decine di euro a richiamo, somma che moltiplicata per 3 lievita notevolmente”

di REDAZIONE 

PRESERRE (CZ) – 7 GENNAIO 2017 –  “Il dato da cui partire è che il Piano nazionale prevede la gratuità della vaccinazione ad esempio contro il pneumococco, eppure in alcune regioni, come la Calabria, si paga. Decine e decine di euro a richiamo, somma che moltiplicata per 3 lievita notevolmente. Eppure il danaro è l’ultimo dei pensieri per migliaia di genitori intimoriti da una campagna mediatica del che desta seria preoccupazione. In rete si diffondono notizie di casi di meningite registrati anche in Calabria. Ma è bene chiarire che si tratta di voci del tutto prive di fondamento”.

Lo afferma, in una nota, il vicepresidente nazionale del Codacons, Francesco Di Lieto. “Non vorremmo – prosegue – che tutto questo allarmismo fosse non solo ingiustificato, ma anche interessato. I vaccini contro la meningite in Calabria hanno un costo decisamente superiore rispetto al resto del paese. Il Codacons ha chiesto spiegazioni alla Regione Calabria per comprendere come sia possibile che i calabresi debbano pagare ciò che altrove è un diritto, garantito finanche dalla carta costituzionale. Ma ciò che più stupisce è una situazione a macchia di leopardo che si verifica nella nostra regione. Infatti i costi di alcuni vaccini e le esenzioni variano, anche notevolmente, lungo il territorio calabrese. Quasi a sottolineare come, anche nella malattia, ci vuol fortuna. Vivere in Calabria può essere molto più costoso che altrove”.

“Come Codacons – dice ancora Di Lieto – troviamo intollerabile questa situazione e pretendiamo spiegazioni dalle Asp e dalla Regione. I calabresi devono sapere per quale motivo devono pagare più che altrove i vaccini, ma anche perché ciò che la normativa nazionale prevede essere gratuito in Calabria finisce per essere a pagamento”.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.