Stampa Stampa
38

PRESERRE (CZ) – MARTINA RASCHILLÀ ALLA GUIDA DEL NEO CIRCOLO LEGAMBIENTE “ROCCELLA JONICA – COSTA DEI GELSOMINI”


Inaugurato martedì alla presenza della Presidente nazionale di Legambiente Rossella Muroni. Creare energia attraverso il moto ondoso: il progetto in cantiere dell’Amministrazione comunale ottiene l’appoggio di Legambiente

di REDAZIONE  

PRESERRE (CZ) – 5 MAGGIO 2017 –  La Calabria ha accolto con grande entusiasmo la visita della Presidente nazionale di Legambiente Rossella Muroni. Tanti i cittadini che martedì sera hanno preso parte alla conferenza stampa di inaugurazione del Circolo di Legambiente “Roccella Jonica – Costa dei Gelsomini” all’interno dell’ex Convento dei Minimi a Roccella Jonica.

A guidare il nuovo Circolo sarà Martina Raschillà che nel corso dell’incontro ha presentato gli obiettivi che intende intraprendere insieme al gruppo di volontari per la salvaguardia del proprio territorio e per la sensibilizzazione della popolazione verso tematiche e pratiche per uno sviluppo sostenibile. Alla conferenza sono intervenuti anche il presidente di Legambiente regionale, Francesco Falcone ed il Sindaco di Roccella Jonica, Giuseppe Certomà. A moderare i lavori, Domenico Garreffa che farà parte del neo Circolo.

“La presenza di un Circolo sul territorio come presidio fisso – ha spiegato la Muroni – è per la nostra Associazione la forma più efficace per essere sentinelle attente e poter accompagnare quei processi virtuosi che ci auguriamo possano crescere”. Il Comune, infatti, ha sottoposto all’attenzione della presidente Muroni un importante progetto sull’evoluzione del porto turistico: la creazione di energia attraverso il moto ondoso.

“Quello dei porti – ha detto Rossella Muroni – è un tema delicato per Legambiente perché nel nostro Paese, ed in particolare in Calabria, la creazione e la gestione dei porti non sono mai state accompagnate da politiche serie di sviluppo territoriale e turistico, ma solo da una politica del cemento. Il porto di Roccella prova ad essere un elemento di discontinuità con un progetto che potrebbe diventare un fiore all’occhiello per tutto il Paese perché sarebbe il primo caso in cui, in un porto, la tecnologia si mescola con un sapere antico come quello della marineria. Siamo disponibili a presentare insieme questo progetto trovando, in questa alleanza, una strategia comune”.

Il Circolo di Roccella può contare già su un gruppo di giovani volontari che hanno a cuore le sorti del territorio e “che punta su informazione e formazione, determinanti per cambiamenti concreti e di sviluppo del territorio e di tutta la Costa dei gelsomini”.

“Vogliamo coinvolgere le scuole e le università – ha spiegato la Raschillà – con cui auspichiamo una duratura collaborazione, così come anche con le altre associazioni presenti sul territorio che hanno un’esperienza pluriennale”. “Tra le prime iniziative – ha detto ancora Martina Raschillà – anche la richiesta di una barca utilizzata per gli sbarchi dei migranti come nostra sede operativa e veicolo di diffusione del modello di Roccella Jonica nei territori limitrofi e per poterla utilizzare insieme a Goletta Verde per aumentare gli ‘occhi’ sul territorio non solo dalla parte del litorale, ma anche dal mare”.

Particolarmente interessante la presentazione, all’interno dell’ex convento, della mostra “RiciclART”, un’esposizione di opere artistiche totalmente realizzate con materiali di riciclo da Francesco Misuraca ed Enzo Niutta.

RiciclART è promossa ed organizzata dal Circolo con il patrocinio del Comune di Roccella Jonica.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.