Stampa Stampa
164

PRESERRE (CZ) – INTERVISTA A FRANCESCO PUNGITORE: ORGOGLIOSO DELLE CANDIDATURE NATE ALL’INTERNO DEL NOSTRO COMITATO


“Non ha senso chiedere per chi voteremo, sappiamo chi ha lavorato per la Trasversale delle Serre e chi, invece, non si è mai visto né sentito”

 di REDAZIONE

PRESERRE (CZ) – 8 FEBBRAIO 2018 –  “Sono orgoglioso delle candidature nate all’interno del nostro Comitato”.

A dichiararlo è il presidente del Comitato “Trasversale delle Serre – 50 anni di sviluppo negato”, Francesco Pungitore, in questa intervista esclusiva concessa alla nostra testata.

Siete entrati prepotentemente tra i temi di questa campagna elettorale…

“Tra i nostri attivisti di punta, e mi riferisco a quelli sempre presenti nelle nostre battaglie, sono emerse due candidature forti: Silvia Vono al Senato con il Movimento 5 Stelle e Ferruccio Codeluppi alla Camera con Potere al Popolo. Sono, personalmente, orgoglioso del fatto che persone di così alta levatura morale e di riconosciuta competenza, da sempre parte attiva del nostro Comitato, siano scese oggi in campo in prima persona per difendere i valori importanti del nostro territorio”.

Voterete per loro?

“Il Comitato non è né una caserma, né una setta. Quindi, non impone ordini o una ideologia alla quale tutti si debbano conformare. La domanda, mi scusi, non ha senso, anche perché noi rispettiamo il pluralismo delle idee e delle proposte e lo dimostriamo sempre con le nostre iniziative, costantemente aperte al confronto con tutte le espressioni partitiche e politiche.

Certamente, sappiamo bene chi ha lavorato davvero per la Trasversale delle Serre e chi, invece, non si è mai fatto vedere né sentire e, adesso, tenta un maldestro recupero in calcio d’angolo con dichiarazioni d’impegno per il nostro territorio che lasciano il tempo che trovano. Altro discorso è quello riferito alle simpatie dei singoli. Il che non può essere oggetto di domanda visto che il voto si esplicita nel segreto delle urne”.

Lei è stato recentemente oggetto di attacchi sconsiderati da parte di ignoti che le hanno recapitato una lettera anonima. Secondo lei da dove arriva questa intimidazione?

“L’impegno per migliorare il territorio nel quale ci troviamo genera, evidentemente, una esposizione pubblica che i fautori dello status quo non digeriscono. Detto questo, è pure vero che, purtroppo, di balordi è pieno il mondo”.

Come prosegue l’azione del Comitato? Perché non avete commentato la recente mozione del consiglio regionale per la Trasversale delle Serre?

“Le elezioni passano. Il Comitato resta. L’azione, dunque, prosegue eccome. Quanto alla mozione, sicuramente meritoria pur se tardiva, adesso attendiamo i fatti”.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.