Stampa Stampa
108

PRESERRE (CZ) – INCONTRI UNIVERSITARI ALLA SCUOLA DI SAN ESCRÌVA, FONDATORE DELL’OPUS DEI


Sotto la guida di don Roberto Corapi, parroco di Stalettì, decine di studenti pregano e riscoprono il messaggio del Vangelo

di REDAZIONE

PRESERRE (CZ) – 8 MAGGIO 2016 –  Alla scuola del Fondatore dell’Opus Dei, San Escrivà, si riuniscono a Catanzaro, nella Chiesa del Sacro Cuore, i giovani studenti universitari provenienti da tutta la Calabria.

Sotto la guida spirituale di don Roberto Corapi, parroco di Stalettì e sacerdote dell’Opus Dei, vanno in  scena gli incontri definiti i “Martedì Universitari”.  In un crescendo tra catechesi, esame di coscienza e confessione si prega. E tanto. Nell’anno Giubilare don Robeto Corapi propone come tema “La Misericordia di Dio”.

Gli studenti, molti dei quali a Germaneto, si ritengono molto fortunati.  Da due anni, don Roberto li incontra puntualmente ogni quindici giorni e li forma alla scuola del Vangelo.

Abbiamo incontrato Giulia e Damiano. Provengono da Terranova da Sibari, nel Cosentino. Non hanno esitato a ringraziare Dio per questi incontri. Provengono dalla vita parrocchiale. All’arrivo a Catanzaro temevano di non essere seguiti da nessuno e magari perdere il cammino spirituale. Invece Dio, che si serve di noi, manda avanti il suo progetto.

«Abbiamo conosciuto don Roberto Corapi e subito siamo stati attirati da lui – commentano entusiasti -. I “Martedì” sono una gioia, non vediamo l’ora di pregare insieme agli altri».

Altri, che mai sono entrati in chiesa, hanno detto: «Don Roberto ci ha fatto amare con la sua gioia Cristo e il Vangelo. Ci ha fatto avvicinare a Dio». Un altro ancora ha “confessato”: «Io non entravo in chiesa dai tempi della Prima Comunione …».

Testimonianze molto belle e sincere, di giovani che si ritrovano dopo lo studio a pregare, a ringraziare Dio. «Non lasceremo mai i “Martedì Universitari”, e in modo particolare Don Roberto, in questi anni di studi a Catanzaro» concludono.

 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.