Stampa Stampa
16

PRESERRE (CZ) – DUE ANNI DA PRESIDENTE, IL REPORT DI OLIVERIO


Mario Oliverio

“Lavori in corso per affermare la Calabria positiva”

di REDAZIONE 

PRESERRE (CZ) –  31 GENNAIO 2017 –  “L’illustrazione del report dei primi due anni di lavoro della Giunta Regionale della Calabria rappresenta un dovere di informazione ed un atto di trasparenza amministrativa. E’ la concreta dimostrazione della coerenza tra gli impegni assunti nella campagna elettorale e le scelte compiute nell’azione di governo. Il bilancio presentato costituisce anche una base solida per aprire la seconda fase del governo regionale.

Dopo il riordino istituzionale ed organizzativo, dopo la programmazione delle risorse, e’ il momento degli investimenti e delle opere, di dare al sistema Calabria tutte le opportunita’ di sviluppo, di nuova occupazione e di innovazione”. Lo ha detto il presidente della giunta regionale della Calabria in occasione dell’evento “Calabria in corso” tenuto presso la sede della Cittadella regionale a Catanzaro.

“Abbiamo messo mano – ha detto Oliverio – ad una macchina che aveva prodotto debiti e sprechi enormi, confusione gestionale e decadenza. Quando siamo arrivati noi, non c’erano riconoscimenti e articoli di lode nazionali e internazionali che raccogliamo oggi. E’ questo il frutto di un importante lavoro istituzionale e di una programmazione che ha investito tante risorse produttive. Nell’ambito del Psr Calabria e’ stato movimentato circa il 30% delle risorse totali superando il limite delle precedenti programmazioni. Abbiamo lavorato ad obiettivi e strumenti di governo che si proiettano oltre la scadenza del mio mandato. A partire dalla modifica dello statuto e dalla riduzione di dipartimenti e settori, e’ stato possibile razionalizzare i centri di spesa unificando molte strutture”.

Tra questi: il monitoraggio e lo sblocco delle grandi opere pubbliche, in primis la Diga del Menta ed i nuovi ospedali di Vibo e della Sibaritide, ” che rappresenta una garanzia di trasparenza e buone pratiche”.

“Sud e Calabria sono tornati, seppur timidamente, a crescere ed e’ necessario rilanciare la competitivita’ del Sud. C’e’ solo un modo per invertire tendenza: la politica da sola non basta, servono risorse e trasparenza e, in tal senso, il Governo Renzi ha acceso i riflettori sul meridione. Il vecchio ed il nuovo convivono nella societa’ e nell’economia calabrese: dobbiamo creare le condizioni per dare spazio all’innovazione e uscire dalla dipendenza dell’assistenzialismo”.

 Oliverio ha, quindi, illustrato gli impegni portati avanti nei diversi settori: “Abbiamo avviato processi virtuosi su infrastrutture e mobilita’ tramite il Piano Regionale dei Trasporti redatto a costo zero. In particolare, l’emergenza aeroportuale e’ stata determinata da gestioni scellerate che hanno creato montagne di debiti. Stiamo lavorando per risolvere i problemi dei tre aeroporti prima della stagione estiva. Sei anni di piano di rientro non hanno, invece, migliorato lo stato della sanita’ in Calabria, se ne prenda atto. Nonostante l’anomalia del commissariamento, abbiamo assunto iniziative importanti per migliorare la diagnostica e i servizi in campo socio-sanitario.

Abbiamo, inoltre, puntato fortemente sulle attivita’ di politiche del lavoro per frenare il precariato come merce di scambio e aprire una nuova stagione dei diritti. Nei prossimi giorni saranno avviati i bandi per garantire il reddito di inclusione ed offrire trasporti gratuiti alle famiglie in difficolta’. Abbiamo, inoltre, definito programmi e destinato risorse verso i comparti produttivi e l’alta formazione con l’obiettivo di sostenere l’innovazione, rendere competitive le nostre imprese ed alimentare una reale ripresa economica.

“Il Mediterraneo è, come Calabria, il nostro orizzonte strategico e la condizione per esercitare una funzione utile per l’Italia e per l’Europa. Oggi è un’area di tensioni internazionali, di tragedie umanitarie; ma è anche una grande opportunità, il luogo dove si svolgono i maggiori scambi commerciali in particolare dopo il raddoppio del canale di Suez. L’iniziativa del Ministro dell’Interno, Marco Minniti, illustrata anche nella recente riunione della Conferenza Stato-Regioni, per coniugare accoglienza e sicurezza e la ripresa del dialogo con i paesi del versante africano – ha aggiunto Oliverio – vanno nella direzione giusta e pongono la Calabria nella condizione oggettiva di esercitare un ruolo di respiro nazionale ed europeo”.

E poi: “Il sostegno all’impresa e alle attivita’ produttive richiede un miglioramento delle condizioni di contesto e di operativita’. Per questo abbiamo lavorato per realizzare il progetto della Banda Ultra Larga e sostenere la nascita di startup. Condizioni fondamentali anche per valorizzare e mettere a sistema un’offerta turistica e culturale integrata al fine di rafforzare la capacita’ attrattiva della nostra regione. Un altro obiettivo prioritario e’ stato quello di affrontare in modo incisivo i disagi ambientali di ogni tipo finanziando il programma Calabria Sicura”.

“Questa giornata – ha affermato ancora Oliverio – e’ servita ad avviare la fase due della legislatura regionale dando accelerazione ad un percorso iniziato. Una missione che ha un punto fermo: tenere fuori mafie e lobby dalla Regione Calabria. Non accettero’ il ricatto del consenso a tutti i costi, la mia e’ una guida incompatibile con affaristi e mafiosi e lo dimostrano i protocolli di legalita’ siglati con Anac, prefetti e magistratura. Non dobbiamo agganciare il vagone Calabria all’Italia, ma essere noi stessi motrici di sviluppo. Il rapporto con il governo nazionale e’ saldo, non rinunceremo mai a dire la nostra e faremo parlare i fatti, non i pregiudizi. Lavoriamo per ridare dignita’ a una terra di cui i calabresi devono sentirsi orgogliosi”.

La manifestazione e’ stata introdotta da sei testimonianze legate al mondo dell’imprenditoria, della pubblica amministrazione e dell’innovazione. Sul palco sono sfilati il sindaco di Zagarise, Domenico Gallelli, con le iniziative legate all’ambiente e il progetto del sistema di compostaggio; il presidente della Rete di impresa “Calabria di gusto”, Rocco Colacchio, che raccoglie sedici imprese impegnate nella promozione e produzione di prodotti calabresi; la presidente di Assapori, Concetta Greco, consorzio di qualita’ della ristorazione calabrese; il rappresentante della startup “Dtok” e di Exeura, Domenico Talia, con l’impegno internazionale nel settore dell’analisi dei dati; l’amministratore del frantoio “Revoilution”, Roberto Fazzari, con l’esperienza dell’elettrodomestico pronto a offrire olio di oliva fresco spremuto al momento; il parroco di Polistena che guida la cooperativa Valle del Marro, impegnata nella gestione dei beni confiscati alla ‘ndrangheta.

“In questi anni il Sud e la Calabria sono tornati, sia pure timidamente, a crescere. La Calabria, dopo una caduta di ben 14 punti del Pil in 7 anni, lo ha aumentato di 1,1 con significativi risultati nell’agricoltura e nel turismo. Si tratta di due settori strategici per la nostra economia”. Lo ha detto Mario Oliverio a Catanzaro.

“Abbiamo ben presente – ha aggiunto Oliverio – la crisi economica e sociale della nostra regione. Conosciamo le sofferenze e le paure del popolo calabrese. L’angoscia delle ragazze e dei ragazzi che abbandonano la Calabria o quelli che restano perché privi delle risorse necessarie per continuare gli studi. Ma nello stesso tempo occorre vedere le potenzialità, i segnali di dinamismo, stare accanto a quelli che si battono quotidianamente per rinnovare la nostra terra”. “Nel momento del nostro insediamento – ha sostenuto ancora il Governatore – la nostra terra veniva raccontata come ‘regione canaglia’.

Non c’erano gli articoli del New York Times che oggi parlano di una meta privilegiata del turismo internazionale; non c’erano gli articoli del ‘Sole 24 ore’ o le dichiarazione del Presidente di Confindustria che sottolineano le potenzialità positive per gli investimenti programmati per il Porto di Gioia Tauro; non c’erano gli articoli di quotidiani nazionali che parlano di giovani start up o di buone pratiche, come quella del Comune di Zagarise; non c’erano i riconoscimenti dell’amministratore delegato di Google Italia sulle iniziative della Regione nel campo dell’innovazione tecnologica”.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.