Stampa Stampa
24

PRESERRE (CZ) – DIGA MELITO, SINDACI A SOSTEGNO DI MANNO


La sede del consorzio Ionio Catanzarese

L’azione del presidente del Consorzio Ionio Catanzarese trova consensi nell’area dell’entroterra della provincia

di REDAZIONE

PRESERRE (CZ) – 30 OTTOBRE 2016 – I sindaci Fernando Sinopoli di Centrache, Mario Migliarese di Montepaone, Alessandro Teti di Cenadi e Roberto Giorla di Palermiti, saranno al fianco del presidente del Consorzio Jonio Catanzarese Grazioso Manno, ente titolare della tanto discussa Diga sul fiume Melito.

Un’opera finita sull’elenco delle “grandi incompiute” della Regione Calabria e che, ha riproposto, in queste ultime settimane un Grazioso Manno ancora e, sempre, più battagliero che non si arrende pur di vedere realizzata l’opera che per molti sindaci della provincia rappresenta un vero e proprio punto di partenza in termini di sviluppo socio economico.

L’azione del presidente del Consorzio catanzarese, trova consensi nell’area dell’entroterra della provincia. Erano stati per primi i sindaci di Argusto Valter Matozzo, Alessandro Doria di San Vito sullo Jonio e poi il presidente del Gal “Serre Calabresi” di Chiaravalle Centrale Renato Puntieri che ricopre pure la carica di sindaco nel piccolo centro di Olivadi ad affiancarsi all’iniziativa dei rappresentanti del Consorzio, adesso, si amplifica la voce dei primi cittadini.

Dal mese di luglio scorso era stato comunicato al ministro Graziano Del Rio, al Presidente della Giunta Regionale Mario Oliverio e a tutti coloro che ne avevano interesse, tra questi il Provveditorato alle Opere Pubbliche di Calabria e Sicilia e il Presidente dell’Anac l’autorità anticorruzione presieduta da Raffaele Cantone che il nuovo progetto preliminare, elaborato dall’Ufficio Tecnico Consortile, era stato definito e adeguato secondo le indicazioni della Direzione Generali Dighe.  Adesso dovrebbe essere l’ora della verità. Amministratori del Consorzio che stanno pigiando sul pedale dell’acceleratori perché si sentono stanchi di aspettare.

Per i sindaci del comprensorio che sostengono il cartello del presidente Grazioso Manno, completando la diga si costruisce il futuro. Consentirà pure, di superare tutti i problemi di approvvigionamento idrico non solo della città di Catanzaro, ma l’ultimazione e realizzazione dell’invaso, influisce in modo determinante sull’approvvigionamento idropotabile della Calabria Centrale, che oggi si basa su un articolato sistema acquedottistico alimentato da pozzi, invasi artificiali, sorgenti e derivazioni fluviali.

L’intenzione di Grazioso Manno sostenute dai sindaci dei comuni delle Preserre è quella di riunire i 55 sindaci del comprensorio, nonché Enti, associazioni, sindacati e forze sociali per decidere cosa fare.

Addirittura vogliono occupare la Cittadella regionale se sarà necessario lo faranno. Parola di presidente e di sindaci che in queste ultimi giorni si sono posti al fianco del Consorzio di Bonifica.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.