Stampa Stampa
16

PRESERRE (CZ) – DIGA MELITO, FAI CISL: «ACQUA E AGRICOLTURA NON POSSONO PIU’ ATTENDERE»


“Dopo sentenza Cassazione governo nazionale e regionale devono dare impulso al completamento dei lavori”

di REDAZIONE

PRESERRE (CZ) – 24 LUGLIO 2017 –  «La Fai Cisl di Catanzaro Crotone Vibo Valentia  – è scriyyo in una nota –  interviene a seguito della sentenza della Corte di Cassazione che ha accolto il ricorso del Consorzio di Bonifica Jonio Catanzarese sulla diga sul Melito, che rappresenta non solo una vittoria per il presidente Grazioso Manno, ma per tutto il mondo agricolo del territorio catanzarese nonché calabrese».

«Infatti  – aggiunge il comunicato –  secondo la Suprema corte la controversia che riguarda la costruzione della diga dovrà essere riesaminata, e ciò apre un importante opportunità per la realizzazione dell’importante infrastruttura destinata a risolvere i problemi di approvvigionamento idrico di gran parte della provincia di Catanzaro, dalla fascia ionica al Lametino».

«Occorre rivolgere un ringraziamento al presidente Manno, – prosegue la nota – che con la sua instancabile opera di sensibilizzazione delle istituzioni e dell’opinione pubblica, ma anche con il suo impegno giudiziario, ha tenuta alta l’attenzione sull’opera. Ora devono essere governo nazionale e regionale a dare impulso al completamento dei lavori, attraverso il loro rifinanziamento, con il sostegno e il supporto di parti sociali, istituzioni, amministrazioni locali».

«Ciò solo  – conclude la Fai Cisl –  consentirà di dare centinaia di posti di lavoro legati alla realizzazione della diga e delle opere complementari, ma soprattutto l’infrastruttura, una volta ultimata, con i suoi 40 milioni di metri cubi di capacità, sarà preziosa per portare acqua a migliaia di calabresi e per consentire un regolare approvvigionamento alle imprese agricole del territorio, che rappresentano il motore principale della nostra economia».

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.