Stampa Stampa
130

PRESERRE (CZ) – DELITTO VENERD’ SANTO, OGGI A CENTRACHE I FUNERALI DI ANTONIO RANIERI


Nel piccolo Comune delle Preserre Catanzaresi la vittima era stato anche consigliere comunale. Eseguita l’autopsia. Indagato anche il figlio di Mario Riccelli, Roberto

Articolo e foto di Gianni ROMANO

PRESERRE (CZ) –  5 APRILE 2018 –  E’ stata eseguita  l’autopsia sul corpo di Antonio Ranieri, l’uomo di 79 anni  residente in via Marco Claudio Marcello a Montepaone lido, ucciso venerdì scorso con tre colpi di pistola alla testa in località Costa degli Aranci a Montauro.

Il dottor Pietrantonio Ricci,  in visita collegiale, presso l’ospedale di Germaneto, a  cui è stato affidato il compito di eseguirla, renderà note entro 60 giorni le risultanze dell’esame.

La famiglia Ranieri ha nominato come legale di fiducia l’avvocato  Giovanni Traversa del foro di Catanzaro, l’indagato per omicidio Mario Riccelli è invece difeso da Antonio Ludovico,a cui è stato già eseguito l’interrogatorio di garanzia presso la casa circondariale Siano di Catanzaro,dove si trova ristretto. 

Intanto dal punto di vista investigativo si registra una novità. Secondo quanto si è appreso infatti sarebbe stato iscritto nel registro degli indagati il figlio di  Mario Riccelli, Roberto Riccelli che sarebbe accusato di favoreggiamento dagli inquirenti, anche lui difeso dall’avvocato Antonio Ludovico del foro di Catanzaro.

Inquirenti che stanno mettendo insieme tutti i pezzi di questo mosaico, che ha registrato una vittima il giorno del Venerdì Santo, una lite forse degenerata da conflitti legati a mancati pagamenti del Riccelli nei confronti della vittima Antonio Ranieri, che risulta proprietario di diversi immobili tra Montepaone  e Montauro e che curava personalmente, come la manutenzione e la riscossione degli affitti.

E forse tra i motivi di questi continue frizioni il mancato pagamento o una parte di esso, il motivo scatenante. E se in mattinata il giudice restituirà la salma di Antonio Ranieri alla famiglia, attualmente all’obitorio di Germaneto, la famiglia farà celebrare oggi pomeriggio con inizio alle ore 15 e 30, i suoi funerali a Centrache (CZ) suo paese natio dove in passato Ranieri è stato anche consigliere comunale, nella chiesa matrice dell’Annunciazione dove è custodita la statua del Santo protettore del centro collinare, Sant’Onofrio.  La Santa messa sarà celebrata dal parroco della matrice, don Gregorio  Rattà.

Intanto parole di vicinanza e di solidarietà sono state espresse dai sindaci di Centrache Fernando Sinopoli “la piena solidarietà alla famiglia Ranieri, Antonio Ranieri è stato in passato anche consigliere comunale, questi fatti dice Sinopoli devono fare riflettere sul bene prezioso della vita, la nostra piena solidarietà come amministratori e come persone all’intera famiglia,”.

Manifesti a lutto  sono stati affissi dall’amministrazione di Centrache,  la solidarietà anche dal comune  di Montepaone, paese della sua residenza, il sindaco  Mario Migliarese, ”un dolore che colpisce le coscienze della società civile, siamo vicini come amministratori al dolore della famiglia Ranieri”.

Due comunità in lutto che si stringono attorno al dolore della famiglia di  Antonio Ranieri.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.