Stampa Stampa
8

PRESERRE (CZ) – COLDIRETTI SCRIVE AD OLIVERIO: «RIPARTIRE DA AGRICOLTURA»


Molinaro: “Servono velocemente risposte vere e concrete per il comparto”

di REDAZIONE 

PRESERRE (CZ) –  29 GENNAIO 2017 –  A circa ottocento giorni dall’insediamento del Presidente Oliverio, il presidente della Coldiretti Calabria  Molinaro ha inviato una lettera al Governatore sottolineando le ambizioni che bisogna avere ed  evidenziando le molte criticità.

“Al netto delle politiche regionali – scrive  –  si sono registrate performance del settore agricolo ed agroalimentare: occupazione, PIL, esportazioni, reputazione del cibo 100% calabrese  etc. Si ricorda come la Calabria gode di una positiva attenzione della stampa nazionale ed internazionale che decanta le bellezze paesaggistiche, la qualità delle produzioni agricole, le capacità imprenditoriali: “driver” dello sviluppo vero e duraturo”. Expo Milano, etichettatura dei prodotti lattiero caseari e l’esclusione del “glifosate” dai disciplinari della produzione agricola  integrata  sono il segno  che “quando le cose si vogliono fare, i risultati si ottengono”.

Purtroppo, il dato macro, evidenzia che la spesa regionale con risorse destinate all’agricoltura è solo lo 0,67%. Entrando nel vivo delle questioni, si parte dalla Semplificazione Amministrativa e sburocratizzazione che “è il costo più insopportabile per gli agricoltori, perché non compensato dal mercato”.   Psr 2014-2020:  non è stato prodotto un solo decreto di investimento e pochissimi pagamenti e una programmazione che continua ad impattare con disfunzioni tecnico – organizzative. 

Riforme: ripetutamente enunciate, non vengono portate a termine. ARSAC e altri Enti strumentali, incidono per il 29% sul Bilancio Regionale agricolo. Privilegi insopportabili per gli agricoltori. Accesso al Credito: mancanza di politiche per gli investimenti ed inesistenti sostegni al credito di conduzione e ristrutturazione del debito. Patto per la Calabria e fondi POR:  serve declinare gli obiettivi sulle filiere agroalimentari e sul parco progetti dei Consorzi di Bonifica quali reti irrigue e mitigazione del dissesto idrogeologico capaci di 40mila nuovi posti di lavoro. 

Progetti per il sud in coordinamento con il Governo nazionale: progetti economici che realizzano nuovi e moderni strumenti di gestione delle relazioni lungo le filiere e motori di sviluppo per il sud. Zootecnia:  causa di una politica asfittica e monocratica da parte della Task Force Veterinaria, nel solo 2016, la zootecnia ha subito un danno di 18milioni di euro. Leggi Regionali Agricoltura: Consumo di suolo agricolo, Danni da fauna selvatica,  Terreni demaniali ai giovani under 40, rete dei Consorzi Agrari a servizio dell’ agroalimentare, agricoltura multifunzionale e sociale sono obiettivi essenziali ma rimangono al palo. Consorzi di Bonifica: certezza pagamento dei crediti Forestazione, di circa 65milioni di euro e approvazione dei Piani di Classifica.  Coldiretti chiede ad Oliverio, un riferimento politico, certo, forte e autorevole per il sistema agricolo ed agroalimentare, sul quale non si può assolutamente minimizzare.

 “Ripartire da questo – chiude la lettera – è essenziale ma i tempi di reazione devono essere velocissimi”.

 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.