Stampa Stampa
11

PRESERRE (CZ) – COLDIRETTI: «BENE MONS. BERTOLONE SU FUTURO CALABRIA»


Molinaro: “Siamo già pronti per continuare a seminare e mietere il grano ed a sconfiggere la zizzania”

di REDAZIONE 

 PRESERRE (CZ) –  11 FEBBRAIO 2017 –  L’intervento del Presidente della Conferenza Episcopale Calabra, mons. Vincenzo Bertolone, Arcivescovo Metropolita di Catanzaro-Squillace , tenuto al Convegno <<Chiesa e lavoro. Quale futuro per i giovani del Sud? >> svoltosi a Napoli con la partecipazione delle  Chiese di Campania, Calabria, Puglia, Basilicata, Sicilia e Sardegna delinea in modo perfetto – commenta Molinaro Presidente di Coldiretti Calabria – un modello di sviluppo che si impernia su giustizia sociale, solidarietà, sussidiarietà, cura dell’ambiente , costruzione della casa comune e che  vede nei giovani “che come le rondini vanno verso la primavera”  i protagonisti. 

“Ringraziamo per aver posto – continua – ad un  simile e autorevole convegno temi e soluzioni di stringente attualità,  come Coldiretti ci sollecitano ulteriormente a proseguire con maggiore impegno il lavoro che stiamo portando avanti.  “Citando esperienze imprenditoriali mons. Bertolone ha affermato << Non è tutto buio in Calabria>>  ed è proprio così!  Lo sviluppo che auspica non è quello di mega cattedrali, call center, precariato e altre illusioni che hanno certificato il fallimento, bensì nella valorizzazione di agricoltura, agroalimentare, natura, beni culturali,  archeologici, assegnazione dei terreni ai giovani sia quelli confiscati alla criminalità che, aggiungiamo noi, nella disponibilità degli Enti Pubblici.  Attorno a questo è di grande rilevanza l’aver individuato che << il lavoro non è creato da leggi, decreti, bandi e sussidi, ma solo da imprenditori innovativi e da imprese capaci di stare sui mercati, sempre competitivi, esigenti e globalizzati>>.

L’accesso al credito e la radicale semplificazione amministrativa, invocate dall’Arcivescovo, rappresentano punti essenziali  che ci trovano particolarmente d’accordo e attenti. Su questi temi e su questa impostazione – prosegue  – la Coldiretti vuole dialogare per mostrare che non siamo all’anno zero ma che ci sono energie e positività che devono e possono sempre di più affermarsi. Mons. Berolone, conclude Molinaro, ha proposto una circolarità tra esperienza, competenza e speranza  consegnandoci la responsabilità del bene comune e noi siamo già pronti per continuare a seminare e mietere il grano ed a sconfiggere la zizzania”.

 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.