Stampa Stampa
12

PRESERRE (CZ) – COLDIRETTI: BELLA COINCIDENZA, IL MINISTRO MARTINA MENTRE E’ IN CALABRIA TOGLIE IL TAPPO AL TESTO UNICO DEL VINO


Molinaro: fa il paio con l’aumento della disponibilità di acqua ad uso irriguo nell’alto ionio cosentino

di REDAZIONE

PRESERRE (CZ) – 1 DICEMBRE 2016 –  “Sarà una coincidenza, ma – commenta Pietro Molinaro Presidente di Coldiretti Calabria –  la recente visita in Calabria del Ministro delle Politiche Agricole Maurizio Martina è coincisa con due atti attesi da tempo”.

Il primo l’approvazione definitiva del meglio conosciuto “Testo unico della vite del vino” e il secondo la firma, alla presenza del Ministro,  a Rocca Imperiale (CS), del protocollo d’intesa tra regione Calabria e Basilicata per l’incremento della dotazione idrica a scopo irriguo nell’alto jonio cosentino.

“Con la nuova disciplina  normativa sul vino, – riferisce Molinaro -si semplificano i procedimenti e si riduce il carico burocratico delle nostre aziende che possono essere maggiormente competitive nei mercati internazionali; soprattutto in un contesto mondiale difficile  liberando le energie del settore più dinamico del “Made in Calabria. Di fatto,  si taglia del 50% il tempo dedicato alla burocrazia, con circa 100 giornate di lavoro che oggi ogni impresa vitivinicola è costretta ad effettuare per soddisfare le 4mila pagine di normativa che regolamentano il settore. Quindi burocrazia molto più leggera per il vigneto calabrese.

Le “scartoffie pesano  – ricorda Molinaro – per molte ore sulle spalle dei viticoltori della regione che ha oltre 10mila ettari di superficie vitata e 23 tra Doc e Igt. Questo  – aggiunge – riduce gli oneri anche economici a carico delle imprese senza abbassare la soglia di garanzia qualitativa attraverso i controlli”. Era un  provvedimento molto atteso, approvato a distanza di oltre due anni, a dimostrazione della farraginosità del procedimento legislativo,  e al quale coldiretti ha fortemente collaborato e che ha visto, tra i parlamentari più impegnati l’on. Nicodemo Oliverio.

La firma poi del Protocollo tra i Presidenti Oliverio e Pittella alla presenza anche del Direttore Generale dell’ANBI Massimo Gargano e del Presidente del Consorzio di Trebisacce e dell’Anbi Calabria Marsio Blaiotta,  con l’aumento di 4 milioni di mc/annui  di acqua da destinare all’irrigazione e un servizio fondamentale all’agricoltura e agroalimentare di qualità ed un riconoscimento importante al ruolo ed ai servizi dei Consorzi di Bonifica”.

Continuare  su questa strada – conclude Molinaro – con efficaci provvedimenti nazionale e attuare strategie  concrete nella regione contribuirà a migliorare competitività e reddito delle imprese”

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.