Stampa Stampa
168

PRESERRE (CZ) – AMARONI SI E’ “MESSA LA MASCHERA”


Tre giorni di iniziative dedicate al Carnevale organizzati dall’amministrazione comunale

di Franco POLITO

AMARONI (CZ) – 13 FEBBRAIO 2018 –  Amaroni si “mette la maschera”.

Basta poco da queste parti per fare spazio all’allegria e al divertimento. Carnevale è occasione che scatena la naturale predisposizione al sollazzo della gente del posto.

Gente ospitale quella di Amaroni. Non solo con i “forestieri”. Qui l’accoglienza è anche sinonimo di “fare comunità”. E in questi giorni carnascialeschi c’è stata la conferma con l’iniziativa “Amaroni in Maschera”.

Messa in piedi dall’amministrazione comunale nell’ambito dell’evento storicizzato, e finanziato dalla Regione Calabria, “E … state ad Amaroni”, all’evento hanno aderito le associazioni operanti sul territorio.

Il “pronti via” sabato scorso a “Casa Maria” con “Bambini in maschera”: dalle 17 in poi è stato solo coriandoli, musica, travestimenti e “chiacchiere”, le tradizionali sfoglie fritte ricoperte di zucchero, tanto gustose e prelibate.

Domenica, invece, spazio alla sfilata per caratteristiche le vie del paese. Ritrovo delle mascherine all’anfiteatro “Nicolas Green”. Prima del corteo, però, spettacolo in vernacolo dedicato a alla maschera di Giangurgolo e alle altre caratterizzazioni calabresi.

Quindi, dopo il lungo serpentone colorato, “Maschere in piazza”, spettacolo di intrattenimento musicale con degustazione di zucchero filato e pop corn.

Chiusura oggi alle ore 16 con “La morte di Re Carnevale tra sacro e profano”. Il “corteo funebre” partirà da “Casa Maria”.

E poi? Poi Amaroni si “toglierà la maschera”. Ma non cambierà nulla perché il volto sarà sempre quello della  cordiale e ridente “Cittadina del Miele”.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.