Stampa Stampa
49

PRESERRE (CZ) – AL POLITEAMA IN SCENA ”GUGLIELMO, QUANDO NESSUNO CI CREDEVA”


Spettacolo dedicato ad uno dei pionieri dell’imprenditoria catanzarese

Articolo e foto di Gianni ROMANO (Il Quotidiano del Sud)

PRESERRE (CZ) – 27 NOVEMBRE 2015 –  E’ andato in scena ieri, 26 novembre, con due spettacoli, uno al mattino per le scuole e uno serale, lo spettacolo “Guglielmo, quando nessuno ci credeva” pensato e con la regia di Gregorio Calabretta, interpretato da Confindustria Catanzaro giovani imprenditori e attori del teatro studio Mediterraneo.

La vita di un imprenditore di successo, illuminato, un vero pioniere, stabilimenti per la produzione di caffè, villaggi turistici e alberghi, bar e coffeè shop, la voglia di sognare e credere in un sogno, si è messo in scena uno spaccato lungo settanta anni di come era Catanzaro, gli attori in scena hanno interpretato il gotha dell’imprenditoria catanzarese,Ceravolo, Noto, Rotundo, Colosimo, Rubettino, Carrozza e  molti altri in una tavolozza cromatica fatta di momenti, situazioni e  dintuizioni.

Tutto è nato dal bisogno di fare qualcosa di diverso e allora Calabretta ha incontrato la famiglia Papaleo che gli ha aperto la porta dei ricordi, anni difficili dove fare impresa era alquanto azzardato, ma non per il giovane Guglielmo, un giovanissimo garzone di bottega  che portava le ricotte, ma lui vedeva molto avanti  e grazie alla guerra conosce a Nola venditori e commercianti che saranno poi di aiuto per il suo crescente modo di fare commercio.

Nello spettacolo gli attori hanno portato sulla scena abiti originali datati in quegli anni, attori prestati alle scene, ma i giovani  di Confindustria Catanzaro hanno avuto voglia di fare qualcosa di diverso, diffondere cultura e fare beneficenza infatti l’ingresso libero con contributo volontario, sarà devoluto in beneficenza, entusiasmo e voglia di mettersi in gioco questi i giovani imprenditori di oggi,sicuri e vincenti a loro le chiavi del futuro,loro hanno una luce dentro, mosse vincenti per un mercato in continua crescita.

Si è parlato di Guglielmo Papaleo come giovane, imprenditore, padre, marito, nonno esemplare, Guglielmo e la sua visione della vita, positiva sempre, vero e proprio amante della città di Catanzaro e sulla scena questo è stato messo in luce, aneddoti e momenti di convivialità di una Catanzaro che oggi sembra dimenticare, ma la Catanzaro bene era presente e perfettamente a disposizione di tutti.

All’incontro con la stampa che ha preceduto lo spettacolo hanno parlato il regista Gregorio Calabretta e gli imprenditori Antonio Ranieri, nautica e Caterina Froio, settore alberghiero turistico (in foto sopra). Per Calabretta «l’iniziativa del Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Catanzaro, attraverso lo spettacolo “Guglielmo – Quando nessuno ci credeva”, ha l’obiettivo di diffondere la cultura d’impresa tra le nuove generazioni e non solo, utilizzando il teatro come strumento. L’idea è nata da un incontro tra Marco Rubbettino, presidente dei giovani imprenditori e lo stesso drammaturgo. Ci eravamo già conosciuti in occasione di uno spettacolo che ho realizzato sulla vita di Rosario Rubbettino, fondatore dell’omonima casa editrice. Poi dopo qualche mese mi ha proposto questo lavoro. Con Marco abbiamo vissuto mesi di intenso lavoro, fatto di confronto e stimoli. Lo ringrazio non solo per l’opportunità professionale, ma soprattutto per quegli aspetti umani che abbiamo condiviso, consolidando la nostra reciproca stima.  E proprio ai familiari va il ringraziamento dell’autore».

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.