Stampa Stampa
27

PRESERRE (CZ) – A SOVERATO SI “AFFITTANO COGNATI”


Tutto esaurito per lo spettacolo con Gregorio Calabretta e Enzo Colacino. Ricordato il giovane Leandro Celia

Articolo e foto di Gianni ROMANO (Il Quotidiano del Sud)

PRESERRE (CZ) – 12 MARZO 2017 –  Si accendono i riflettori sul teatro comunale di Soverato per l’ennesima rappresentazione, ma prima di questa la presentatrice Rossella Galati ha voluto ricordare la giovane vita di Leandro Celia,il 13enne morto a seguito di un incidente ferroviario, la serata è stata dedicata a lui e alla sua famiglia.

Continua con successo la rassegna teatrale “Re Start” del teatro comunale,voluta fortemente dall’amministrazione  comunale guidata dal sindaco Ernesto Alecci e dal consigliere con delega alla cultura Emanuele Amoruso .  Questo la dice lunga sul bisogno culturale del comprensorio, restituendo alla città di Soverato una centralità che merita con un cartellone di livello e, con spettacoli che stanno segnando come ieri,il tutto esaurito .

“Affitasi cognati” di e con Gregorio Calabretta con Enzo Colacino,sicuramente due artisti che non hanno bisogno di presentazioni,artisti sulla scena ma che mettono in campo,tematiche sociali che fanno riflettere tra una risata e l’altra,è il caso dello spettacolo in cartellone, in una Catanzaro datata, una serie di luoghi comuni ed equivoci,alla base del vivere giornaliero,toccando molte tematiche conosciute ai più, la mancanza di soldi,la politica intesa come scambi di favori, il corteggiamento “a tutti i costi”, tema questo che darà molti spunti agli attori sul palco, il rapporto tra padre e figlio,ma tutto  questo con la consueta finezza dei due artisti in scena con un cast collaudato e sicuro, il teatro pieno in ogni ordine di posto ha applaudito a scena aperta gli attori.

Nasce anche un collaborazione tra Gregorio Calabretta e Enzo Colacino,sono riusciti con rispetto reciproco e un solo sguardo  a modellare ogni idea che  viene in mente al fine di migliorare sempre più, quello che si offre allo spettatore con il fine ovviamente di portare sempre avanti dialetto, tradizioni e cultura di questa nostra meravigliosa terra. Uno spettacolo che ha già avuto molte richieste di repliche tra cui nuovamente a Soverato, vista la quantità enorme di richieste, anche per replicare lo spettacolo a Catanzaro.

 Ma come dice lo stesso Enzo Colacino,” Progetti a lungo termine non è mia abitudine farne, mi godo questa nuova esperienza, continuo con il mio cabaret e con questo nuovo lavoro che porteremo a breve anche a Catanzaro. E po’ jendu vidèndu.”Ricordiamo anche gli altri attori, impegnati nello spettacolo: Pino Sorgiovanni, capocomico di Bivongi, che da dieci anni collabora con Gregorio Calabretta, come Anna Casalenuovo, Vitaliano Bianco e Antonia Marino; Camillo Crivaro e Pino Cerullo, protagonisti nello spettacolo dedicato a Guglielmo; Rachele Rizzo, al debutto e Andrea Calabretta, figlio d’arte.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.