Stampa Stampa
91

PRESERRE (CZ) – A SOVERATO IL PRESIDENTE NAZIONALE ARBITRI MARCELLO NICCHI


“Il violento è un imbecille”

Articolo e foto di Gia. RO. (Il Quotidiano del Sud)

PRESERRE (CZ) – 11 APRILE 2016 – Nella sala convegni dell’istituto superiore “Malafarina”di Soverato si è tenuto un partecipato incontro con i vertici nazionali dell’associazione italiana arbitri, alla presenza del presidente nazionale Marcello Nicchi, del vice  Narciso Pisacreta, dei responsabili Stefano Archinà, e Valentino Delfino,del presidente regionale Lnd Saverio Mirarchi, il convegno è stato moderato dal giornalista Pietro Melia.

Molto significativa la presenza dell’ex arbitro internazionale  Marcello Nicchi ora presidente  nazionale Aia che, nel suo seguitissimo intervento in un aula veramente strapiena,ha calamitato l’attenzione dei molti tesserati e sportivi presenti, ma prima i saluti del presidente Delfino, del dirigente scolastico Domenico Servello e del sindaco Ernesto Alecci che ha omaggiato l’illustre ospite con una targa.

 “La Calabria diceva Nicchi mi riporta indietro in dolci ricordi, oggi è quanto mai importante portare  avanti il discorso sport e legalità nelle scuole, un progetto importante e un percorso da seguire, continuava Nicchi,oggi la figura dell’arbitro è importante, è un portatore di legalità e di cultura. Il calcio è un veicolo di sport diffuso e condiviso,il violento va emarginato come tale ed è solo un imbecille”.

“L’arbitro svolge un servizio alla comunità  per un passo culturale –  continuava Nicchi – noi nelle nostre sezioni creiamo prima l’uomo,poi l’arbitro,ragazzi pieni di valore ,oggi,concludeva Nicchi,si apre davanti a voi un mondo.”

Molto interessante l’intervento del presidente Lnd,Saverio Mirarchi ”la violenza nello sport non ha motivo di esistere ma è purtroppo presente,trasferisce la realtà sociale,il problema va sicuramente affrontato e risolto con tutte le sue componenti possibili,nell’era della comunicazione,continuava Mirarchi,il disagio dell’arbitro diventa virale e raggiunge migliaia di utenti,mettere in luce la violenza e combatterla in tutte le sue forme,sono 30 mila i calciatori tesserati in Calabria, ma bisogna, continuava Mirarchi,dividersi i compiti,stiamo vicini ai giovani,importanti in questo le agenzie educative,la chiesa,la famiglia,la scuola e lo sport,per migliorare questo mondo,per concludeva Mirarchi  camminare insieme verso un unico obbiettivo”.  

Per il sindaco Ernesto Alecci,”la sezione AIA è un baluardo nel territorio,complimenti a tutti gli arbitri che portano avanti il discorso sulle regole e sulla legalità,oggi per la nostra città è un grande giorno, grazie all’illustre presenza di Marcello Nicchi mi auguro,concludeva Alecci che lei possa ritornare per vedere quando di bello c’è nella nostra regione.” Molto articolati  e tecnici,gli interventi di Stefano Archinà e di Valentino Delfino.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.