- PreSerre e Dintorni - http://www.preserreedintorni.it -

PRESERRE (CZ) – 106, “BASTA VITTIME” A SOSTEGNO SINDACI AREA NORD CATANZARESE

Direttivo delega il presidente a firmare il documento proposto dai primi cittadini di Botricello, Belcastro, Andali, Cerva e Marcedusa

 PRESERRE (CZ) – 9 FEBBRAIO 2018 –  Il Direttivo dell’Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” intende esprimere vivo apprezzamento per le proposte avanzate dai Sindaci di Botricello, Belcastro, Andali, Cerva e Marcedusa.

Questi primi cittadini meritano di essere apprezzati non solo per la loro proposta ma anche e, soprattutto, per aver deciso di unirsi – fuori da ogni logica campanilistica – in un ragionamento più ampio e volto ad ottenere interventi di messa in sicurezza per migliorare la sicurezza stradale sulla famigerata e tristemente nota “strada della morte”.  

I Sindaci – anche attraverso la firma di un documento – hanno offerto la disponibilità a contribuire in termini di progettazione e studio degli interventi ed hanno già identificato interventi possibili nellarealizzazione di tre rotatorie e due impianti semaforici proposte al fine di garantire sicurezza nel centro abitato che – come tutti sappiamo – è praticamente attraversato dalla strada Statale 106 che rende pericolosissimo – soprattutto nei mesi estivi – ogni spostamento per i cittadini del posto e per i turisti.  

Il Direttivo dell’Associazione annuncia pubblicamente di aver delegato il Presidente Fabio Pugliese, unico rappresentante legale del nostro sodalizio, a firmare il documento che condividiamo nella sua interezza e che riteniamo un utile e concreta proposta per l’elevamento della sicurezza stradale nell’alto jonio catanzarese.  

La Calabria non è nuova ad interventi di presunta “messa in sicurezza” inutili e dispendiosi. Non possiamo dimenticare che l’Anas Spa ha realizzato una inutile rotatoria tra Cirò Marina e Torre Melissa e che nei mesi scorsi è stata proposta una rotatoria a Strongoli (KR), per un costo di realizzazione pari a 900.000 euro. Si tratta di due casi di sperpero di denaro pubblico conclamato. Nel primo caso ormai purtroppo realizzato mentre nel secondo evitabile.  

È fondamentale che gli interventi di elevamento della sicurezza stradale siano necessari ed utili e non la conseguenza di “operazioni politiche di bassa cucina” esercitate dagli amministratori e dalla politica politicante con la deleteria compiacenza e sudditanza dell’Anas Spa.  

Nel caso dei Sindaci di Botricello, Belcastro, Andali, Cerva e Marcedusa è evidente la lungimiranza e l’utilità delle proposte avanzate che meritano di essere supportate e condivise. Per questa ragione il Direttivo dell’Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” sostiene e condivide il documento e sarà al fianco dei Sindaci affinché siano ascoltate ma, soprattutto, accolte le loro, anzi le nostre, proposte. 

 Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106”