Stampa Stampa
78

PRECARI SANITÀ, L’APPELLO DI FIALS CATANZARO ALLE ISTITUZIONI


Lettera indirizzata al Governatore della Regione Calabria, al Dipartimento Sanità Regione Calabria, al Presidente Consiglio Regionale e a tutte le Forze Politiche. Riceviamo e pubblichiamo: 

CATANZARO –  24 FEBBRAIO 2022 – “Questa O.S. attenta alle realtà esistenti e che giornalmente si vivono nei reparti e nei servizi delle Aziende e ASP della Regione , avendo avuto contezza delle varie criticità lavorative che tutto il personale sanitario da sempre con notevole abnegazione ed a rischio della propria vita ( da circa due anni affronta la pandemia da COVID-19 senza mai arrendersi ) adempie compiutamente, riscontrando altresì e purtroppo una grave inadeguatezza di personale in servizio , presente e storica per il blocco delle assunzioni protrattasi per diversi anni,  preso atto :

  1. Della legge Madia 75/2017 e s.m.i. e fino al Decreto Mille proroghe dove il termine per il requisito per la stabilizzazione è prorogato alla data del 31 Dicembre 2021 con un termine di maturazione sempre di 36 mesi ;
  2. Della legge di Stabilità 2022 che all’art. 268 nei commi : a)stabilisce una proroga degli incarichi non oltre il 31/12/2022(L.27/2020) ; b)Fino al 31/12/2023le Aziende possono assumere a tempo indeterminato  in coerenza del piano di fabbisogno triennale il personale del ruolo sanitario e gli operatori socio-sanitari , anche qualora non più in servizio, che siano stati reclutati a tempo determinato con procedure concorsuali , ivi incluse le selezioni di cui all’art. 2-ter del Decreto Legge 17 marzo 2020 n. 18 , convertito, con modificazioni dalla legge 24 aprile 2020 n. 27 , e che abbiano maturato al 30 Giugno 2022 alla dipendenze di un ente del Servizio Sanitario Nazionale almeno 18 mesi di servizio  anche non continuativi, di cui almeno sei mesi nel periodo intercorrente tra il 31 gennaio 2020 e il 30 giugno 2022 , secondo criteri di priorità definiti da ciascuna regione.

Considerando che il personale sanitario precario oggi occupa solo in parte le esigenze sufficienti ad una adeguata assistenza nel rispetto dei LEA , dei disposti legislativi in tema di sicurezza , degli STANDARD assistenziali ( posti letto-personale in servizio) ;

Che socialmente e umanamente con notevoli ripercussioni per le loro famiglie  molti di loro raggiungono i 18 mesi necessari per la stabilizzazione nel periodo aprile – giugno 2022 ( art. 268 comma b Legge di Stabilità 2022); che a tutt’oggi sono attive graduatorie di personale sanitario idoneo da poter utilizzare per le varie esigenze e necessità di tutte le Aziende e ASP della Regione Calabria. Auspica e chiede che “in primis” la Regione Calabria provveda alla approvazione dei Piani triennali per le assunzioni, premessa essenziale per poter procedere alla:

  • Attivazione di tutte le procedure necessarie per la proroga dei contratti del personale sanitario e OSS e successivamente l’applicazione dell’Istituto della Stabilizzazione nel rispetto e nel canovaccio delle disposizioni legislative sopra richiamate ;
  • Allo scorrimento delle graduatorie degli idonei sempre nel rispetto dei disposti legislativi in essere .

Questa O.S. vuole altresì portare all’attenzione del Sg. Governatore , del Dipartimento Sanità della Regione Calabria, del Presidente del Consiglio Regionale e di tutte le forze politiche che quanto sopra evidenziato e richiesto , sempre nel rispetto della Legge, DCA e CCNL Sanità in essere, cammina nel canovaccio dei principi fondamentali della Costituzione , apporta benefici principali a tutti i pazienti bisognosi di cure ed assistenza, a tutto il personale sanitario e traccia un futuro sociale stabile non solo per il personale da stabilizzare ma anche e soprattutto per tutti i cittadini della Regione. Niente più file ai pronto soccorsi , niente più emigrazione sanitaria.

Noi O.S. vogliamo evidenziare altresì come in nome dei tagli alla spesa sanitaria Regionale oltre 10 anni fa si è provveduto ai tagli delle dotazioni organiche del personale, blocco del turn-over  immaginando di ridurre il deficit sanitario. A distanza di anni tale procedure sono risultate un fallimento .

Questo documento è per noi O.S. Fials CZ un contributo costruttivo alle problematiche che con contezza sopra abbiamo enunciato ma è anche e soprattutto un appello alla costruzione di una nuova sanità e un migliore “STATUS Sociale” in cui crediamo e ci rivolgiamo principalmente al Nostro Governatore, al Presidente del Consiglio Regionaleed a tutte le forze politiche e sociali”.

Il segretario provinciale Fials di Catanzaro, Dario Rizzo                

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.