Stampa Stampa
26

POSTAZIONE 118 A GIRIFALCO, UNA LUCE IN FONDO AL TUNNEL


Delegazione dei sindaci sentita ieri in Commissione Regionale Sanità. Atteso incontro con il commissario Longo

di Franco POLITO 

PRESERRE (CZ) –  21 APRILE 2021 –  Si è tenuta ieri, a Reggio Calabria, la riunione della Terza Commissione regionale a cui hanno preso parte il sindaco e il vicesindaco di Girifalco, Pietrantonio Cristofaro e Alessia Burdino, il consigliere comunale di Girifalco Mario Deonofrio ed sindaci di Amaroni e Vallefiorita, Gino Ruggiero e Salvatore Megna.

Due le questioni trattate: Rems e postazione Seu 118.

Rispetto all’immediata disponibilità e fruibilità degli immobili delle Rems è stata annunciato il completamento dell’iter (arredi, diagnostica, accreditamento) per luglio/agosto.

 «Il nodo da sciogliere  – affermano dalla civica amministrazione girifalcese – riguarda la copertura finanziaria per la dotazione organica di competenza di Asp e Regione; rispetto a ciò le parti hanno preso il comune e condiviso impegno di individuare una celere soluzione previo incontro con il commissario Longo».

Capitolo postazione SEU 118: si è deciso di sottoporre (Terza commissione e comitato sindaci) la questione all’attenzione del commissario Longo ma è stato, altresì, assunto l’impegno, da parte dell’Asp, di salvaguardare e potenziare il servizio sul comprensorio.

Il presidente del Consiglio comunale di Girifalco ha, già, convocato per domani i capigruppo e i sindaci per illustrare dettagliatamente le determinazioni odierne.

«Tutti insieme i  componenti della delegazione, compatti e decisi a non mollare – sottolinea il sindaco di Amaroni -, abbiamo fatto sentire la nostra voce in difesa del nostro territorio.

Attendiamo l’incontro con il Commissario alla Sanità Calabrese, Prefetto Guido Longo, per la revoca e/o la rimodulazione della delibera da parte dell’Asp di Catanzaro.

Vediamo in lontananza una luce in fondo al tunnel».

Dal canto suo il primo cittadino di Vallefiorita ha evidenziato che durante l’incontro la delegazione ha contestato duramente la scelta di sopprimere il servizio del 118 a Girifalco «perché oltre ad essere avvenuto con metodo procedurale totalmente erroneo, penalizza ulteriormente i servizi sanitari essenziali».

 Megna, inoltre, ringrazia il presidente della commissione sanità calabrese, i consiglieri regionali presenti e i funzionari dell’Asp di Catanzaro per il proficuo dibattito avuto «dal quale è emersa la volontà di un incontro con il commissario Longo e un invito ai tecnici Asp di riproporre agli amministratori un nuovo piano di servizio di emergenza, che riconosca a Girifalco e al suo comprensorio la presenza dell’autombulanza medicalizzata».

 Poi conclude: «La vita umana non ha prezzo».

Su tutto il motto: “Uniti si vince”.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.