Stampa Stampa
34

POST COVID, TORRE RUGGIERO PUNTA AL RECUPERO DELLA SOCIALITÀ


Giunta comunale ha detto sì alla proposta progettuale dell’associazione “Gli altri siamo noi” finalizzata ad aiutare bambini e adolescenti penalizzati dall’emergenza sanitaria

di Franco POLITO

TORRE DI RUGGIERO (CZ) –  27 AGOSTO 2020 –  Migliorare la qualità di vita dei ragazzi che vivono l’infanzia e l’adolescenza.

Va anche in questa direzione la decisione con cui la giunta comunale del sindaco Mario Barbieri ha detto “sì” alla proposta dell’associazione “Gli altri siamo noi” di Jacurso per la stesura di un progetto  nell’ambito del bando “Educare” emanato dal Ministro per le pari opportunità e la famiglia

«Siamo ancora in una fase di attesa – dichiarano dalla Giunta -. Qualora il progetto venisse approvato sarebbe l’associazione “Gli altri siamo Noi” ad assumerne il coordinamento».

Il bando “Educare”, del Dipartimento per le Politiche della Famiglia, è nato con l’obiettivo di incentivare la ripresa delle attività educative, ludiche e ricreative dei bambini e dei ragazzi, fortemente penalizzate dall’emergenza sanitaria da Covid -19, soprattutto durante le prime fasi, attraverso interventi progettuali, anche sperimentali e innovativi, di educazione non formale e informale e di attività ludiche per la crescita collettiva e individuale dell’infanzia e dell’adolescenza.

I progetti ammessi a finanziamento avranno una durata di 16 mesi. Fra i destinatari ci sono anche gli enti locali, in forma singola o associata.

Diversi i settori d’intervento. promozione della cittadinanza attiva, del coinvolgimento nella comunità, e della valorizzazione del patrimonio culturale; promozione della non-discriminazione, dell’equità e dell’inclusione sociale e lotta alla poverti educativa.

E ancora: promozione della piena partecipazione e del protagonismo dei bambini e dei ragazzi attraverso l’educazione tra pari (peer education) e il sostegno del dialogo inter-generazionale tra bambini, ragazzi, adulti e anziani e le loro famiglie; tutela dell’ambiente e della natura e promozione di stili di vita sani.

Se ne potrà scegliere uno, intorno al quale ruoterà la progettazione.

Il budget disponibile è di 35.000.000 di euro. Lo stanziamento minimo per progetto, invece, ammonta a  35.000 (a fondo perduto). L’assegnazione massima, infine, è di 150.000 (a fondo perduto).

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.