Stampa Stampa
35

POLITICHE, LA CALABRIA METTE LA FRECCIA A DESTRA


FdI supera FI. M5S primo partito. Parziali, male Lega e Pd fermi ai voti del 2018; non sfonda il terzo polo

di REDAZIONE 

PRESERRE (CZ) –  26 SETTEMBRE 2022  – Crolla di circa 13 punti, dal 63,74 al 50,74%, l’affluenza definitiva in Calabria alle elezioni per il rinnovo della Camera dei deputati.

Un dato che colloca la regione in fondo alla classifica – è ultima – della partecipazione al voto tra le regioni.

A livello provinciale, quella di Cosenza è la prima per affluenza con il 52,80% contro il 66,32% del 2018. Seguono le province di Catanzaro con il 51,82% (64,64%), Vibo Valentia con il 50,71% (65,47%), Reggio Calabria con il 48,74% (60,81%) mentre l’ultima è Crotone con appena il 45,96% contro il 59,62% di 4 anni fa. 

IL RISULTATO IN CALABRIA: VINCE IL CENTRODESTRA

Netta affermazione del centrodestra, con Fratelli d’Italia che riesce a superare Forza Italia, ma il Movimento 5 Stelle si conferma il primo partito giungendo alle spalle della coalizione vincente e staccando un deludente centrosinistra.

E’ questo, a spoglio ancora in corso, il risultato in Calabria delle elezioni politiche svoltesi ieri.

Con 2.057 sezioni scrutinate su 2.401, in una regione che si caratterizza per essere quella con l’affluenza più bassa d’Italia – il 50,74%, 13 punti in meno rispetto al 2018 – la coalizione di centrodestra è al 41,97% contro il 17,72 del centrosinistra che ottiene meno voti dei 5 Stelle. I pentastellati, nonostante il calo dalle politiche 2018, arrivano al 29,31% e si confermano il primo partito in regione.

    Nelle coalizioni, in una regione feudo di Forza Italia, sempre in doppia cifra anche alle regionali di un anno fa, il partito di Giorgia Meloni riesce nel sorpasso e ottiene il 19,02% – 4,56% 4 anni fa – contro il 16,12% degli azzurri, in calo di 4 punti rispetto alle precedenti politiche. Male la Lega che conferma il dato del 2018, con il 5,79% dei consensi contro il 5,62%.

    Male anche, sul fronte opposto, il Partito democratico che conferma, al ribasso, il dato del 2018 ottenendo il 14,01% dei consensi a fronte del 14,34. Impegno civico di Luigi Di Maio si ferma allo 0,87.
    Non sfonda, in Calabria, il terzo polo con il raggruppamento di Calenda e Renzi che arriva a quota 4%.

    Nei collegi uninominali, sempre con dati ancora parziali, domina il centrodestra, avanti nei due senatoriali e nei 5 della Camera, con soli 3 in ballo dove se la deve vedere con candidati 5 Stelle.

E’ il caso, per la Camera, dei collegi Cosenza Tirreno, con l’azzurro Andrea Gentile che con 497 sezioni scrutinate su 537 è al 36,52% contro il 36,41% della deputata uscente M5S Anna Laura Orrico, e in quello Corigliano Rossano Crotone, dove il deputato uscente della Lega Domenico Furgiuele è avanti nel confronto con Vittoria Baldino, uscente 5S dopo essere stata eletta nel Lazio quattro anni fa.

I due, con 503 sezioni scrutinate su 551, sono separati da poco meno del 3%.

    Anche nel collegio senatoriale Cosenza Crotone, il risultato è ancora in bilico quando sono state scrutinate 1.031 sezioni su 1.088, con l’esponente di centrodestra Ernesto Rapani che ottiene il 38,15% contro il 35,74% di Maria Saladino. 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.