Stampa Stampa
161

“PIÙ ITALIA” METTE RADICI IN CALABRIA E A CHIARAVALLE PRESENTA L’ORGANIGRAMMA


In foto: Fabrizio Pignalberi e Felice Bellini

Da movimento federato lo scorso 2 febbraio il “cespuglio” di centrodestra è diventato partito e proprio in questi giorni è partito il tour a livello nazionale per l’organizzazione interna

di REDAZIONE

CHIARAVALLE CENTRALE (CZ) –  22 FEBBRAIO 2021 –  Mette radici in Calabria “Più Italia”, il nuovo partito di Fabrizio Pignalberi già componente dell’esecutivo nazionale di Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni.

Da movimento federato lo scorso 2 febbraio il “cespuglio” di centrodestra è diventato partito e proprio in questi giorni è partito il tour a livello nazionale per l’organizzazione interna del gruppo che conta a livello nazionale 14 sindaci e 220 consiglieri comunali.

A Chiaravalle “Più Italia” ha presentato l’organigramma.

Felice Bellini è il coordinatore regionale. Individuati pure i coordinatori provinciali.

Per Cosenza Antonio Brogno, per Crotone Franco Costabile, per Reggio Calabria Daniela Ciardello e per la provincia di Catanzaro Antonio Scaglione. Adesso c’è da lavorare per l’avvio del progetto che il presidente nazionale ha già in mente e conta di realizzarlo partendo proprio dalla base.

All’incontro che si è tenuto nella sala delle conferenze dell’Imperial, con tutte le misure necessarie anti Covid era presente l’ex assessore provinciale Salvatore Garito che ha fatto parte della giunta di Wanda Ferro a “Palazzo di Vetro”, mentre il sindaco della città Domenico Donato ha portato i saluti parlato di presenza attiva che non può fare altro che del bene alla democrazia. Fabrizio Pignalberi si è soffermato molto sui perché della scissione dal partito di Giorgia Meloni, ma ha saputo rilanciare quelle che sono le vere motivazioni di “Più Italia” che sarà un partito di alternativa alla vecchia politica.

A livello nazionale “Più Italia” è contro il nuovo esecutivo guidato da Mario Draghi. In Calabria in proiezione elettorale è già al lavoro per una propria lista di appoggio al candidato del centrodestra.

«Non dobbiamo cercare a tutti i costi il consenso, lavoriamo per avere una lista autonoma, – ha detto in sala il presidente nazionale – dovessero mancarci i numeri pensiamo a nostri candidati nella lista del presidente ».

Felice Bellini come coordinatore regionale punterà a rafforzare i ranghi anche per quanto riguarda le elezioni amministrative che si terranno nei vari comuni interessati al voto della primavera prossima, senza alcuna pregiudiziale, ma con la consapevolezza di poter portare avanti una politica capace di soddisfare le esigenze della gente con progetti cantierabili.

Si è parlato pure di ritardi nella gestione della sanità e delle infrastrutture viarie che al momento hanno messo il sud da parte rispetto a quelle che sono le  strategie di sviluppo messe in campo dai governi a cominciare da quello targato Partito democratico – 5 Stelle.

FOTO Ritrae: Fabrizio Pignalberi presidente nazionale e Felice Bellini coordinatore regionale di “Più Italia”.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.