Stampa Stampa
29

PALERMITI (CZ) – RIFIUTI, SINDACO SOLLECITA MAGGIORE IMPEGNO


Riscontrate criticità nella indifferenziata: nei sacchetti a ciò destinati si trova anche differenziata

di Salvatore TAVERNITI (Gazzetta del Sud)

PALERMITI (CZ) –  3 APRILE 2018 – Per la corretta gestione dei rifiuti occorre un maggiore impegno da parte dei cittadini, anche perché alcune distrazioni possono costare molto al comune e, di conseguenza, agli utenti.

Il sindaco di Palermiti Roberto Giorla si appella alla popolazione, dopo avere riscontrato delle criticità durante la raccolta dei rifiuti. L’attenzione è puntata soprattutto su quelli indifferenziati.

«Da sommari controlli – spiega Giorla – è stato verificato che all’interno del sacchetto per la raccolta indifferenziata si trova anche materiale che dovrebbe essere differenziato, come ad esempio materiale plastico, metallico, cartaceo, residuo secco e umido.

Ciò causa un aumento percentuale del materiale indifferenziato che viene portato in discarica. La conseguenza di questo comportamento potrebbe causare un aumento delle tariffe che in questo caso si andrebbero a ripercuotere su tutti i cittadini». L’intenzione del sindaco e della sua amministrazione è quella di impedire che il comportamento di pochi possa essere pagato da tutti.

«D’ora in poi – sottolinea il primo cittadino – verranno effettuati controlli a tappeto da parte degli operatori, del personale comunale e della polizia municipale. Quest’ultima avrà il compito di applicare le sanzioni previste dal regolamento al fine di impedire che il comportamento incivile di pochi possa ripercuotersi su tutti. L’amministrazione comunale mette a disposizione dei cittadini tutti gli strumenti affinché si possa fare una raccolta differenziata corretta». La tariffa di conferimento in discarica che il comune paga alla Regione è aumentata a dismisura, passando da 140 euro a tonnellata del 2015 a 220 per il 2018.

L’avvio della differenziata, e quindi la diminuzione del prodotto indifferenziato conferito in discarica, ha permesso di ammortizzare tale aumento ed impedire che ciò si ripercuotesse sulle tariffe che sarebbero di conseguenza quasi raddoppiato.

«Chiedo ai cittadini – è l’appello – di aumentare l’impegno nel differenziare e di farsi portavoce, con chi, come le persone anziane, possa trovare delle difficoltà. Facciamo un ulteriore sforzo per raggiungere i risultati che ci siamo prefissati; diamo alle nostre azioni un senso civico: il semplice gesto di gettare uno scarto in un secchio anziché in un altro a noi non costa niente, ma vorrebbe dire tanto per l’ambiente».

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.