Stampa Stampa
86

PALERMITI (CZ) – A ricordo dei palermitesi illustri nuova topomonastica


Palermiti, presto nomi nuovi ad alcune vie

Palermiti, presto nomi nuovi ad alcune vie del centro storico

L’amministrazione comunale intitolerà alcune strade del centro storico a cittadini che hanno fatto la storia del paese

Articolo e foto di Gianni ROMANO (Il Quotidiano del Sud)

PALERMITI (CZ) – 13 APRILE 2015 – Il comune di Palermiti decide con apposita delibera di giunta di rendere merito ai suoi concittadini illustri, cittadini che nonostante siano stati distanti non hanno mai dimenticato il loro paese natio, personalità illustri che hanno amministrato il paese in anni difficili come quello del dopoguerra.

Ma l’amore, la competenza l’affetto per i cittadini hanno fatto si che si istituissero scuole, si creasse la pubblica illuminazione, si creassero quelle condizioni di vivibilità in tempi difficili, per questo l’amministrazione comunale si ricorda, dedicandogli piazze e vie.

Questo visto il vigente regolamento comunale per la toponomastica e la numerazione civica, “i nuovi nomi da assegnare devono essere preferibilmente legati alla città e – queste le parole del sindaco Franco Aloisi – al suo territorio o richiamare personalità ed eventi di rilevanza nazionale ed internazionale tali da rappresentare valori ampiamente condivisi e indicativi della sensibilità e dell’interesse della comunità cittadina”.

Aloisi, inoltre, sottolinea come nella scelta delle personalità “sono da privilegiare quelle cittadine e quei cittadini palermitesi che sul territorio comunale e fuori da esso si siano particolarmente distinti in diversi ambiti e settori di attività: culturale, sociale, civile, del volontariato e sportivo”.

In conformità ai predetti criteri, l’amministrazione intende disporre l’intitolazione di spazi pubblici alle seguenti persone, tutte decedute da più di dieci anni, dottor Federico Iannini, magistrato e procuratore della repubblica; Insegante Maria Commodaro Macrillò, già sindaco di Palermiti; cavaliere Francesco Giuseppe Aloisi sindaco e cavaliere della repubblica; avvocato Mario Iannini; insegnante Luigi Varano; Gioacchino Talarico, amministratore comunale; Maria Grazia Aloisi, che ha donato un palazzo al comune; colonnello Vincenzo Servello, della polizia penitenziaria.

L’amministrazione comunale precisa che si dà conto della volontà dei figli della defunta Maria Grazia Aloisi, concittadina legata da straordinario attaccamento al paese natio, di donare al Comune di Palermiti uno stabile che consentirà al civico governo di intervenire efficacemente con un’ulteriore opera di riqualificazione del centro storico, che viene ad aggiungersi ai cospicui interventi già in corso.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.