Stampa Stampa
391

“PALERMITI BENE COMUNE” MANTIENE LA PROMESSA, LA CONSULTA POPOLARE È REALTÀ


Palermiti, il municipio

Passa in consiglio comunale una delle promesse elettorali

 di Salvatore TAVERNITI – Gazzetta del Sud del 28 ottobre 2020  

PALERMITI (CZ) –  31 OTTOBRE 2020 –  Consulta popolare era prevista e consulta popolare è stata. 

Importante iniziativa approvata dal consiglio comunale di Palermiti nella sua prima seduta dopo l’insediamento ufficiale. 

Tenendo fede a quanto previsto nel programma politico-amministrativo della lista vincente, “Bene Comune”, l’assemblea ha approvato il regolamento della “Consulta comunale dei cittadini”. 

Un’idea condivisa dal gruppo di opposizione che ha votato favorevolmente insieme alla maggioranza guidata dal sindaco Domenico Emanuele. «Abbiamo voluto la consulta popolare – ha specificato il sindaco – come modello partecipato e creativo di sviluppo locale, in cui le persone propongono le proprie idee sulla varie problematiche che riguardano il nostro territorio. 

La consulta avrà il compito di promuovere iniziative, evidenziare problematiche e proporre soluzioni ai vari bisogni della comunità. Uno strumento democratico su cui puntiamo molto». 

Altra importante pratica approvata all’unanimità dal consiglio è la mozione per la stabilizzazione dei lavoratori Lsu-Lpu impiegati nel Comune, proposta dal gruppo di opposizione “Palermiti futura”, i cui consiglieri Roberto Giorla, Giandomenico Aloisi e Antonio Cantaffa si sono riferiti, in particolare, alle opportunità  previste dalle normative regionali e statali, che consentono la stabilizzazione senza oneri finanziari a carico dell’ente comunale.

 La mozione di indirizzo approvata, immediatamente esecutiva, impegna l’amministrazione comunale alla stabilizzazione dei lavoratori Lsu-Lpu, dando così sicurezza a tante famiglie.

 I lavoratori socialmente utili sono nove, di cui un istruttore contabile, un istruttore tecnico e sette operai; mentre quelli di pubblica utilità sono due, un istruttore amministrativo e un operaio. 

Nella stessa seduta, sono stati designati i capigruppo consiliari: Antonio Truglia per la maggioranza e Roberto Giorla per la minoranza.

 Sono state presentate anche le linee programmatiche relative alle azioni e ai progetti da realizzare durante il mandato politico-amministrativo e nominata la commissione per l’aggiornamento degli elenchi dei giudici popolari (con Giorla è stato designato il consigliere Franco Buttiglieri).

 Definiti, inoltre, gli indirizzi per la nomina, designazione e revoca dei rappresentanti del Comune in enti, aziende e istituzioni. 

E, infine, con il voto contrario dell’opposizione, è stato modificato lo statuto comunale con l’introduzione della figura del presidente del consiglio, incarico che finora è stato sempre svolto dal sindaco. Come reso noto dal sindaco, il presidente sarà nominato in una seduta successiva.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.