Stampa Stampa
15

OPERAZIONE “RIMPIAZZO”, LA PROVINCIA DI VIBO SI COSTITUISCE PARTE CIVILE


Udienza preliminare contro il clan dei Piscopisani il prossimo 23 marzo

di REDAZIONE 

VIBO VALENTIA –  4 MARZO 2020 –  La Provincia di Vibo Valentia si costituirà parte civile nel processo nato in seguito all’operazione “Rimpiazzo”, contro il clan dei Piscopisani.

Il presidente dell’ente intermedio, Salvatore Solano, infatti, ha firmato lo scorso 28 febbraio la delibera con la quale la Provincia chiederà al gup distrettuale di Catanzaro di accampare la possibilità di chiedere un risarcimento dei danni, anche morali, «scaturenti dalla vicenda giudiziaria di che trattasi, con il patrocinio dell’avvocato Maria Rosa Pisani, dipendente dell’Ufficio legale della Provincia». 

L’udienza preliminare prenderà il via il prossimo 23 marzo.

L’ente di contrada Bitonto è stato identificato come parte offesa nell’ambito dell’indagine condotta dai poliziotti delle Squadre Mobili di Catanzaro e Vibo Valentia e coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia del capoluogo, culminata con il maxi blitz dell’aprile del 2019, quando furono arrestate più di trenta persone, accusate a vario titolo di una serie di reati, aggravati per la maggior parte dei casi dalle modalità mafiose.

Nei giorni scorsi la Procura distrettuale ha chiesto il rinvio a giudizio per tutte le persone coinvolte, il cui numero è aumentato sensibilmente, arrivando a toccare quota 57, nel momento della notifica dell’avviso di conclusione delle indagini.    

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.