Stampa Stampa
9

OMAGGIO A UN GRANDE AUTORE CALABRESE


A Catanzaro (per la prima volta) il Premio Letterario Nazionale “Corrado Alvaro”

di REDAZIONE 

CATANZARO – 27 OTTOBRE 2018 –  Un omaggio al piu’ grande autore calabrese ma anche un’occasione per valorizzare i tanti talenti della letteratura regionale.

E’ stato questo il significato della 13esima edizione del Premio letterario nazionale “Corrado Alvaro”, organizzato dalla Fondazione intitolata allo scrittore di San Luca e sostenuto dalla Regione Calabria.

L’evento si e’ svolto per la prima volta a Catanzaro, all’Auditorium Casalinuovo, in ricordo degli anni trascorsi da Corrado Alvaro al liceo “Galluppi”, dove consegui’ nel 1913 la maturita’ classica.

Nel corso della manifestazione – e’ scritto in una nota dell’Ufficio stampa della Regione – sono stati ufficialmente consegnati i premi a vincitori di questa edizione, designati da una giuria presieduta dallo scrittore Carmine Abate e composta da Domenico Dara, Marisa Fasanella, Cataldo Perri e Corrado Calabro’, tutti espressione della cultura calabrese.

A Giuseppe Lupo e’ andato il premio per la sezione Narrativa con il romanzo “I giorni del nostro incanto” (Marsilio) e a Salvatore Maira il premio per la sezione Narrativa-Opera prima con “Diecimila muli. Romanzo di uomini e bestie” (Bompiani).

Un premio di studio e’ stato assegnato dalla Fondazione alla giovane Rosalba Peronace per la tesi di laurea dal titolo “Gente in Aspromonte: la geografia dell’Aspromonte nell’opera di Corrado Alvaro”, discussa all’Universita’ di Pisa.

Un ricordo speciale e’ stato dedicato a Alessandro Leogrande, giornalista prematuramente scomparso, con un riconoscimento alla memoria per il romanzo “La frontiera” (Feltrinelli).

Un riconoscimento per la vicinanza istituzionale al Premio e’ stato conferito anche al presidente della Regione, Mario Oliverio, che, in un messaggio fatto pervenire ai partecipanti all’iniziativa, ha ricordato di Alvaro “il celeberrimo monito “La disperazione piu’ grave che possa impadronirsi di una societa’ e’ il dubbio che vivere onestamente sia inutile”, che resta come un monumento nella nostra coscienza collettiva ed e’ destinato a perdurare sempre valido nel tempo futuro”.

A sua volta, l’assessore regionale alla Cultura, Maria Francesca Corigliano, nel suo intervento ha spiegato che “questa giornata si inserisce pienamente nel quadro complessivo di valorizzazione della letteratura calabrese che con il presidente Oliverio abbiamo avviato puntando a coltivare la memoria verso i protagonisti della narrativa del Novecento e intensificando il confronto con gli autori calabresi di oggi che hanno raggiunto un notevole successo tra il pubblico e contribuiscono a narrare la Calabria oltre gli stereotipi”.

Alla 13esima edizione del Premio Alvaro hanno partecipato anche molti studenti dei licei Galluppi e Siciliani, degli istituti De Nobili, Petrucci-Maresca-Ferraris e Scalfaro di Catanzaro, e una rappresentanza dell’Istituto comprensivo San Luca, accompagnati dalla dirigente scolastica, Carmela Rita Serafino: agli scrittori vincitori, gli alunni del Galluppi hanno rivolto quesiti e riflessioni, animando un dibattito a cui ha contribuito la preside del Liceo, Elena De Filippis, che, inoltre, ha parlato degli anni giovanili passati da Alvaro tra i banchi della scuola catanzarese e nella societa’ cittadina dell’epoca.

Nel foyer dell’Auditorium la Biblioteca comunale De Nobili ha allestito una mostra libraria con numerose edizioni delle opere alvariane, una delle quali con dedica e autografo di Corrado Alvaro al bibliotecario dell’epoca Filippo De Nobili, a cui la biblioteca stessa e’ intitolata.

Hanno portato i loro saluti istituzionali il vicesindaco di Catanzaro, Ivan Cardamone, che ha evidenziato la sinergia tra istituzioni in ambito culturale per la citta’ capoluogo, e il commissario prefettizio di San Luca, Salvatore Gulli’: molti i rappresentanti istituzionali in platea, tra cui il presidente della Commissione regionale anti-‘ndrangheta, Arturo Bova.

La 13esima edizione del Premio Alvaro si e’ chiusa, infine, con un reading letterario di Carmine Abate, con musiche di Cataldo Perri, Checco Pallone, Enzo Naccarato e Piero Gallina. 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.