Stampa Stampa
39

OLIVADI (CZ) – TASSE, IL CONSIGLIO AZZERA LA TASI


Olivadi, scorcio

Decisione che tiene conto della congiuntura economica e della difficoltà del periodo

di Francesco LULISSIANO

OLIVADI (CZ) – 23 AGOSTO 2015 –  Fila via con l’approvazione unanime di tutti i punti previsti dall’ordine del giorno il consiglio comunale presieduto dal sindaco Renato Puntieri.

Scelta di natura sociale che tiene conto delle ristrettezze economiche del periodo quella di azzerare per il 2015 la Tasi, la tassa sui servizi indivisibili. In questa direzione va anche la conferma e approvazione delle aliquote Imu. Si paga il 2 per mille per l’abitazione principale; l’8,6 per le altre abitazioni; il 7,6 per i terreni agricoli e il 10,6 per le attività produttive ricadenti nella categoria “D”. Di slancio, inoltre, l’assise ha modificato il regolamento Tari (tassa sui rifiuti).

Tutti d’accordo anche per rinviare al 2016 l’armonizzazione dei sistemi e degli schemi contabili, di cui al D. Lgs. N. 118/2011, e del conseguente principio della contabilità economico-patrimoniale, del bilancio consolidato e del piano dei conti integrato.

Il consesso ha approvato pure il  piano delle alienazioni e valorizzazioni immobiliari. Così come ha detto “sì” al alla relazione del responsabile dell’ufficio tecnico sulla verifica della quantità e qualità delle aree e dei fabbricati da destinare alla residenza, alle attività produttive e terziarie, da cedere in diritto di proprietà o di superficie con la relativa determinazione del prezzo di vendita. Maggiranza e opposizione hanno preso atto che per l’anno in corso non sono disponibili aree da cedere in diritto di superficie per la realizzazione di Piani di edilizia economico – popolare (Pep) e per gli insediamenti produttivi (Pip).

Ultima pratica il Programma triennale delle opere pubbliche 2015/2017. Tutti d’accordo e poi tutti a casa.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.