Stampa Stampa
17

OLIVADI (CZ) – EVITARE LA “FUGA DEI CERVELLI”


Olivadi, il municipio

Giunta comunale ha approvato Piano diritto allo studio  2018 – 2019

di Franco POLITO

OLIVADI (CZ) –  18 APRILE 2018 –  La giunta comunale, presieduta dal sindaco Nicola Malta, ha approvato il Piano per il diritto allo studio per l’anno scolastico 2018-2019

II Comune di Olivadi – spiega la Giunta  –  rientra tra le aree meno depresse del comprensorio. Seppure conta di un declino demografico non indifferente, negli ultimi anni le nascite sono aumentate. Dal punto di vista economico non vi sono realtà produttive importanti, pur evidenziandosi la nascita di nuove piccole aziende, oltre alla realizzazione di insediamenti agricoli di media importanza economica».

«I livelli di istruzione  – aggiungono sindaco e assessori –  sono gratificanti, con un’alta percentuale di diplomati e di laureati. Non vi sono, tuttavia, solo punti di debolezza, poiché le opportunità che il territorio offre sono tante e diversificate tra loro: sviluppo eco-sostenibìle è la parola chiave che l’Amministrazione sta adottando in tutti i processi decisionali e di programmazione economica. Dallo sviluppo di iniziative di produzione di energia verde alla creazione di imprese artigiane, dalla sensibilizzazione verso il turismo diffuso alla fruizione di un territorio più armonioso».

«E’ necessario pertanto –  affermano ancora gli amministratori –   puntare sulla formazione, sulle specializzazioni sin dalle scuole primarie, offrendo il massimo delle possibilità per lo sviluppo delle potenzialità che le nostre risorse umane posseggono, evitando sin dal principio la cosiddetta “fuga dei cervelli”».

Relativamente ai servizi di accesso all’istruzione, considerate le caratteristiche orografiche del Comune e la collocazione degli edifici scolastici, sufficientemente aggregati all’area urbana, nonché il numero di studenti, non è stato istituito il servizio di trasporto scolastico.

Discorso, diverso, invece, per il Servizio mensa. «Si tratta – spiegano dall’Esecutivo –  di un servizio a domanda individuale necessario ed essenziale per l’istituzione scolastica e indirizzato a ragazzi, che per la loro peculiare età, necessitano di altissime condizioni di igiene e qualità degli alimenti. A tal fine si vuole qualificare l’offerta alzando i livelli qualitativi.

Il servizio è attualmente affidato ad una ditta esterna qualificata nel settore della refezione scolastica. Le spese previste per il servizio di mensa scolastica ammontano a complessive 33 mila 638,00  euro e per come meglio evidenziato nel modello “Mi” (dove viene specificato l’importo di contributo a carico del comune)».

Sulla stesso principio viaggiano i libri di testo e le biblioteche scolastiche. In relazione all’argomento la Giunta ritiene necessario «adottare politiche di sostegno alle famiglie meno abbienti, con il rimborso parziale o totale dei libri di testo. E’ opportuno promuovere iniziative volte a sostenere la lettura e la conoscenza arricchendo la biblioteca comunale e scolastica». 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.