Stampa Stampa
19

OLIVADI, ACQUA: È “LOTTA” AGLI SPRECHI


Olivadi, scorcio

Ordinanza del sindaco per un corretto e razionale uso della risorsa

di Franco POLITO

OLIVADI  (CZ) – 5 LUGLIO 2018 –  Dal 3 luglio fino al prossimo 30 settembre.

Durerà tanto il divieto di utilizzo dell’acqua potabile per scopi differenti dal consumo umano.

Lo stabilisce l’ordinanza con cui il sindaco Nicola Malta ha dettato le regole per un corretto e razionale utilizzo della risorsa idrica durante la stagione estiva.

Andando al concreto, per i cittadini collegati all’acquedotto comunale è scattato il diktat.

L’ordine, tra le altre cose, contiene il divieto di annaffiare orti e giardini, lavare cortili e piazzali, riempire piscine, lavare automezzi e spazi esterni.

Che, tradotto, significa, lotta agli sprechi e agli usi impropri

«Con la stagione estiva – spiega Malta – si ripropone il problema della scarsità  e disponibilità della risorsa. Ciò impone l’adozione di provvedimenti che ne regolamentino l’uso in modo da assicurarne un’equa distribuzione senza compromettere il soddisfacimento del normale fabbisogno».

E come tutte le regole anche il provvedimento del sindaco ha le sue eccezioni. «Il personale comunale – dice ancora Malta – a appartenente a ditte appositamente autorizzate, può far uso dell’acqua erogata dal pubblico acquedotto limitatamente alle necessità di pubblico interesse o per il mantenimento dei beni pubblici, come le aree verdi comunali, oltre che per inderogabili e improrogabili necessità».

Previste sanzioni per i trasgressori. 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.