- PreSerre e Dintorni - http://www.preserreedintorni.it -

NUOVO CALCIATORE POSITIVO, LA SERIE A TREMA

Il Torino ha ufficializzato che un proprio tesserato ha contratto il Covid-19: torna in discussione la ripresa del campionato

Fonte: SPORTAL.IT

PRESERRE (CZ) –  7 MAGGIO 2020 –  Mentre nel calcio italiano infuria la polemica legata alle tempistiche sulla ripresa degli allenamenti, propedeutica all’eventuale ritorno del campionato, una brutta notizia squarcia l’orizzonte. La Serie A ha infatti un altro positivo al Coronavirus.

La sua identità non è stata resa nota, ma si sa che gioca nel Torino

A rendere nota la situazione è stata la stessa società granata attraverso un comunicato stampa in cui non è stato indicato il nome del calciatore per rispettarne il diritto alla privacy. Il Toro ha comunque comunicato che il giocatore in questione è asintomatico ed è stato posto in quarantena.

In casa Torino, come per le altre società di Serie A, tra il 4 e il 5 maggio erano iniziati, presso il centro della Medicina dello Sport allo stadio Olimpico “Grande Torino”.

La ripresa degli allenamenti al Filadelfia, ovviamente individuali e a porte chiuse, era stata fissata per la giornata di venerdì, ma a questo punto tutto torna in discussione.

Il tutto in contemporanea con un’altra notizia proveniente da Torino, ma di segno completamente opposto, riguardando la guarigione di Paulo Dybala. 

L’argentino della Juventus è risultato negativo al quarto tampone, stesso esito del terzo, ed è quindi ufficialmente fuori dal tunnel del Covid – 19, dopo la positività riscontrata lo scorso 21 marzo, terzo giocatore dei bianconeri ad aver contratto il virus dopo Daniele Rugani, che era stato in assoluto il primo calciatore di A ad ammalarsi, e dopo Blaise Matuidi.

Il campionato di Serie, fermatosi alla 26a giornata l’8 marzo, è quindi più che mai appeso ad un filo, considerando che il tema di discussione principale legato alla possibile ripresa è proprio quello del comportamento da assumere qualora uscisse una nuova positività.

Un ulteriore stop renderebbe impossibile portare a termine la stagione, già destinata peraltro a riprendere non prima della metà di giugno, di fatto termine ultimo per riuscire a concludere il torneo entro la fine di luglio, come da indicazioni dell’Uefa.