Stampa Stampa
9

NUOVA STRUTTURA SPORTIVA A CATANZARO, IL POLIVALENTE “ANGELO MAMMÌ” È REALTÀ


 Il presidente della Provincia Sergio Abramo: “Orgoglioso di vedere la creazione di posti destinati a migliorare il tempo libero dei giovani”

 di REDAZIONE 

 CATANZARO – 9 FEBBRAIO 2021 –  “Ogni volta che si inaugura qualcosa che offre alla gente, soprattutto ai giovani, la possibilità di trascorrere del tempo libero in modo sano sono particolarmente orgoglioso”.

 Lo ha detto il presidente della Provincia Sergio Abramo a margine dell’inaugurazione della struttura sportiva coperta polivalente “Angelo Mammi’”, ubicata nel quartiere Giovino.

 “E’ bello vedere la propria città arricchirsi di nuove strutture e spazi accoglienti come questo che ci vede riuniti qui oggi – ha proseguito -. Solo pochi giorni fa abbiamo aperto le porte dell’Ente fiera, un enorme spazio che ci permetterà, appena supereremo questa pandemia, di riavviare e organizzare le tante possibilità e opportunità che garantisce un’opera del genere: fiere, esposizioni, congressi, anche piccoli e grandi eventi culturali e di spettacolo.

 Nelle prossime settimane abbiamo in programma altre inaugurazioni di posti che contribuiranno a impreziosire ulteriormente l’immagine di Catanzaro e a fare emergere quanto di buono è possibile creare lavorando con passione e dedizione profonde. Nell’attesa che questa terribile pandemia lasci il passo alla tanto auspicata normalità, così da poter vedere strutture come queste finalmente in funzione, mi piace informarvi che stiamo lavorando per migliorare l’impiantistica sportiva in città.

 Con il Comune abbiamo presentato un progetto, per il quale abbiamo già ricevuto l’ok della Regione, che vede il sorgere di un’altra importante struttura sportiva nel quartiere marinaro.

Voglio ringraziare i presidenti che mi hanno preceduto, Wanda Ferro ed Enzo Bruno, che hanno lavorato affinché oggi si potesse giungere a questa inaugurazione”.

Erano presenti il vicepresidente della Provincia, Antonio Montuoro, i consiglieri provinciali Nicola Azzarito Cannella e Filippo Mancuso, il dirigente del settore Patrimonio GianMarco Plastino.   

Gli interventi di completamento della struttura, benedetta dal parroco di Giovino don Ivan Rauti, hanno riguardato le opere eseguite sulle aree esterne di pertinenza all’impianto realizzato grazie alle risorse rese disponibili dal PON Legalità 2014/2020. L’obiettivo che si è perseguito è stato quello di riqualificare, attraverso il completamento, l’ambiente circostante la struttura in ragione delle specifiche funzioni sociali cui l’impianto è destinato.

 L’area su cui si sono concentrati gli interventi risulta direttamente connessa con la viabilità principale. 

Nello specifico, sono state eseguite tutte le opere di completamento necessarie per la sicurezza, la fruibilità e la gradevolezza estetica del posto. La finalità è quella di far concorrere gli spazi esterni, attraverso al creazione di aree fruibili, attrezzate e  dedicate, alle attività di socialità ed inclusione alle quali la struttura nel suo complesso è vocata.

 Gli interventi possono riassumersi nel completamento della recinzione esterna, nella sistemazione aree esterne, nell’impianto di illuminazione esterna e in quello di raccolta delle acque piovane.

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.