Stampa Stampa
12

“NO” DEL COMITATO DI QUARTIERE DI RIONE SAMÀ ALL’INVASIONE DI AUTOBUS


Si valutino le proposte delle 22 associazioni per il ripristino della stazione delle Ferrovie dello Stato

di REDAZIONE

CATANZARO –  7 GIUGNO 2018 –  “Sale la protesta degli abitanti di Rione Samà – comunica in una nota stampa il presidente del comitato di quartiere Francesco Vallone – per l’atavica indifferenza dell’amministrazione comunale di Catanzaro nei confronti dei residenti della zona.

Leggiamo dal comunicati dell’ufficio stampa comunale che è pronta per i prossimi giorni la firma dell’accordo di programma tra Comune di Catanzaro, Provincia e Regione Calabria sul sistema metropolitano che prevede il recupero della stazione di Catanzaro Sala ,che diverrà sede di Ferrovie della Calabria, e l’utilizzo dell’area deposito dell’ex ferrovie dello Stato per area di sosta per i bus extra-urbani.

Orbene, il Sindaco e gli assessori sono a conoscenza, come più volte segnalato, che il rione è lasciato al totale abbandono, carente di interventi che ripristino una seppur minima situazione di decoro, la zona è totalmente priva di marciapiedi per la salvaguardia pedonale, utili in un quartiere che ha una popolazione di anziani che non riesce a raggiungere neanche gli esercizi commerciali presenti se non rischiando la propria incolumità.

Non si comprende perché la segnaletica stradale che vietava il passaggio di autobus e mezzi pesanti sia stata rimossa nonostante, a quanto a noi risulta, il divieto non sia stato tolto. Quotidianamente ci troviamo a percorrere con i nostri mezzi la via principale rimanendo imbottigliati in file interminabili per la presenza di mezzi che non riescono a percorrerla facilmente.

L’amministrazione, che dovrebbe tutelare i cittadini, ora che ci impone? La presenza massiccia di autobus che dovrebbero andare avanti ed indietro dal nostro quartiere per raggiungere l’area dell’ex stazione delle Ferrovie dello Stato. Chiediamo -continua il presidente del comitato di quartiere – immediato incontro con l’amministrazione per capire quali sono i progetti, affinchè poi non sia troppo tardi, per evitare che il quartiere di Rione Samà diventi la sede di ingorghi ed incidenti quotidiani che minerebbero la salute e l’incolumità dei residenti.

Qualora ciò non avverrà ed a pagare dovranno essere gli abitanti di Rione Samà saremo costretti, nostro malgrado, ad intraprendere forme di lotta estrema per la tutela del nostro territorio e per la nostra incolumità. “

 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.