Stampa Stampa
7

NO A BULLISMO E CYBERBULLISMO, POLIZIA VIBO INCONTRA LE SCUOLE


Personale della questura ha dialogato con gli alunni dell’Istituto Comprensivo “Don Mottola” di Tropea presso i plessi di Drapia, Zambrone e Tropea

di REDAZIONE 

PRESERRE (VV) –  14 FEBBRAIO 2021 –  In occasione della ricorrenza della giornata nazionale contro il bullismo e il cyberbullismo, il personale della Questura di Vibo Valentia ha incontrato gli alunni dell’Istituto Comprensivo “Don Mottola” di Tropea presso i plessi di Drapia, Zambrone e Tropea.

L’iniziativa, voluta dal dirigente scolastico, è stata sostenuta dal questore, convinto che sia «proprio la scuola il terreno più fertile per far crescere la consapevolezza dei pericoli della rete e la necessità che i comportamenti prevaricatori debbano essere contrastati sin dalla più giovane età».

Durante gli incontri, a cui hanno partecipato operatori della Questura, sono stati proiettati video riguardanti condotte di prevaricazione e sopraffazione poste in essere da uno o più soggetti nei confronti di una vittima individuata come bersaglio.

Ci si è soffermati sulle potenzialità dei social media e sull’importanza del corretto uso degli stessi, «atteso che – si legge in una nota della Questura – postare un video, una foto, una frase, o anche solo un “like” può avere conseguenze anche di carattere giuridico.

Per poter contrastare tali fenomeni è necessario farli emergere: se chi subisce informa la famiglia, la scuola e le Istituzioni si può intervenire efficacemente, anche con gli strumenti informatici posti a disposizione dalla Polizia di Stato.

L’applicazione “You Pol”, ad esempio, consente, anche in forma anonima, di segnalare in tempo reale episodi di bullismo, cyberbullismo, spaccio di stupefacenti, violenze domestiche e prevaricazioni di ogni tipo». 

Contatti

Blog Traffic

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.